Van Halen

 

#EVH60

Happy Birthday Eddie Van Halen!!!

Eddie Van Halen ha cambiato il volto della chitarra moderna quando ancora si stava subendo l’influenza del grande Jimi Hendrix. E’ stato il primo a portare la chitarra elettrica e buona parte dei chitarristi del tempo fuori dalla pentatonica blues.
Personaggio assolutamente “geniale”, ha trasferito il suo genio sullo strumento in ogni risvolto possibile. La chitarra elettrica con Eddie Van Halen ha cambito: suono, forma, tecnica, tecnologia, in poche parole tutto..
Ascoltare EVH significa inevitabilmente ascoltare i Van Halen. Andate a sentire i dischi “Van Halen” e “II”, ed il senso della “rivolzione” vanhaleniana vi sarà chiaro.
Le Fender ha recentemente messo in commercio in tiratura limitata di 300 copie la celebre EVH Frankenstein, la chitarra che vedete qui nella foto, pesantemente “vissuta” da Eddie e una delle princiapli “reponsabili” del suo famossisimo Brown Sound…

Edward Van Halen, olandese di nascita ma americano di adozione, è stato colui il quale si è caricato addosso il ruolo di messia nei confronti di quei poveri chitarristi che mai sarebbero stati in grado di venir fuori dall’influenza Hendrixiana. Eddy ha portato il suo strumento su livelli allora impensabili (stiamo parlando della fine degli anni 70’…) e con le sue “sperimentazioni” ha dato nuova voglia e nuova energia all’intero mondo del rock! Eddy ha creato il tapping, per primo ha usato gli armonici combinati con la leva del vibrato per generare suoni “spaziali”, si dice che abbia avuto per primo l’idea di hambucker!\r\nLe sue Kramer franckenstein hanno fatto storia, andate a cercare una foto della prima chitarra di Eddy e vi renderete conto dell’uso e dell’abuso che ne ha fatto. Geniale!…Luigi Di Marco

EDDIE’s TONE – BROWN SOUND (inserito da Redazione – 28/10/2008)

Peavey Wolfgang, Music man axe , Kramer baretta , Charvel EVH , Steinberger,  ancora prima chitarre autoassemblate (la più famosa è nota come Frankenstein, riprodotta dal Custom Shop Fender nel 2006)
EVH (linea di amplificatori sua, distribuita da Fender), prima peavey 5150e ancora Marshall sovralimentati con VARIAC
jim dunlop mxr phase 90 EVH
sul palco usa 4 sistemi da almeno 4/8 testate/casse l’uno
EVH ha inventato e reso celebre la chitarra a striscie (rosso-bianco, nero-bianco, nero-giallo) ottenuta semplicemente verniciando con il nastro da pittura.
EVH ha sempre sperimentato soluzioni innovative per ottenere quello che lui stesso definisce “brown sound”: pickup riavvolti a mano, immersi nella paraffina e avvitati direttamente sul body, molle rinforzate per le leve di allora (pre Floyd rose), Variac per sovralimentare gli ampli, più di 600W usati in sala di registrazione, ecc..

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Frankenstein II

Frankenstein I

Kramer Baretta 5150

SteinBerger

Ibanez Destroyer Korina modificata

Peavey Wolfgang

 

admin

282 Comments

  1. …l’unica cosa cheposso dire…che peccatolasvolta degli anni ’80…se avesse mantenuto anche solo mezzo piede negli anni ’70 sarebbe tra i miei primi tre preferiti..ma anche la continuità ha un suo valore.

  2. LASCIAMO PERDERE!!!!! DALLA SUA CHITARRA SONO NATI CHITARRISTI COME SATRIANIE S. VAI……….QUANTO DI PEGGIO SI POSSA ASCOLTARE OGGI.

  3. i van halen sono il miglior gruppo power rock mai esistito per almeno i primi sei dischi.mastodontici ed edward van halen ne è stato il simbolo. GRANDI

  4. Che vi posso dire ? Van halen e’ un alieno…ascoltarlo adesso puo’ far sorridere sepolto da decine di chitarristi iper tecnici… ma nei’70/80 era semplicemente un Dio. Axe man prodigioso.. da ascoltare e vedere sempre e solo dal vivo.Con il grande vocalist Roth creava una sinergia unica.. A seguire solo gli Extreme mi hanno dato emozioni simili.

  5. Eddie van halen ha portato alla ribalta il tapping e numerose nuove tecniche… Ascoltando eruption si capisce che abbiamo a che fare un mito della chitarra

  6. Sicuramente è stato uno dei musicisti + geniali mai esistiti, si è staccato dallo stile di Jimi Hendrix impostato esclusivamente sulle pentatoniche inventando addirittura una nuova ed eccezionale tecnica come il tapping, inoltre aveva una voglia di suonare e di fare musica che non ho mai visto in nessun altro…Grazie Eddie!!!!

  7. Pietra miliare del rock: semplicemente STUPENDO. Senza di lui non ci sarebbero mai stati i vari Satriani, Vai, Malmsteen e via discorrendo. L’unico vero erede di Jimi Hendrix. Forse solo il compianto Randy Rhoads avrebbe potuto imitarne le gesta.

  8. Edward Van Halen, olandese di nascita ma americano di adozione, è stato colui il quale si è caricato addosso il ruolo di messia nei confronti di quei poveri chitarristi che mai sarebbero stati in grado di venir fuori dall’influenza Hendrixiana. Eddy ha portato il suo strumento su livelli allora impensabili (stiamo parlando della fine degli anni 70’…) e con le sue “sperimentazioni” ha dato nuova voglia e nuova energia all’intero mondo del rock! Le sue Kramer franckenstein hanno fatto storia, andate a cercare una foto della prima chitarra di Eddy e vi renderete conto dell’uso e dell’abuso che ne ha fatto. Geniale!

  9. Un chitarrista eccitante!!!!Il tapping è il meno.è la sua capacità compositiva che fa la differenza.Pezzi belli,trascinanti,energici che sono stati e sono ancora il motore di 2 generazioni di rockers

  10. Anche se oggi è stato superato tecnicamente da svariati chitarristi, IO CREDO che tutti dobbiamo tutto a lui! Perchè lui è il padre indiscusso della chitarra elettrica moderna.

  11. x Marco.Visto che è passato parecchio tempo da quando hai scritto magari hai cambiato idea,perchè sennò secondo te chi sarebbero dei chitarristi degni della tua considerazione?John Cazzen?Roger Ficoona?Casadei?O fai parte di quella bella gente cui piace il “JAAZZZZ”?Fatti una cultura invece di bestemmiare

  12. E’ un grande! Grande tecnica ma non fine a se stessa, grandi composizioni, sa trasmettere emozioni! Niente a che vedere con steve vai malmsteen e compagnia bella

  13. Ricordo ancora la prima volta che ho ascoltato eruption,mi si sono drizzati tutti i peli.A distanza di 5anni provo ancora la stessa senzazione ogni volta che lo ascolto.Sicuramente il più grande chitarrista rock dlla storia!!!!

  14. prima la chitarra mi divertivo solo ad ascoltarla e a vederla suonare da altri, ma quano ho sentito eddy mi è subito venuta voglia di prenderne in mano una,non sara tecnico e veloce come altri ,ma il suo stile non ce la nessuno, migliaia di chitarristi, anche inconsapevolmente, lo imitano, ma si sa, l’originale è sempre l’originale, spero proprio che prima di crepare venga a fare un giro a casa nostra, tanto per insegnarci ualcosina. SALUTO EDDY E TUTTI VOI CHE SUONATE QUELLO STRUMENTO CHE CI UNISCE TANTO; LA CHITARRA. by Galva

  15. uno dei primi veri rivoluzionari della chitarra.con lui sono nati un’intera generazione di virtuosi…..Grande eddie

  16. Uno dei più grandi di tutti i tempi, con il suo “brown sound” ha fatto sognare e stupire chi crederva di aver già sentito tutto.Maestro del tapping, utilizzava questa tecnica a livelli altissimi senza però mai esagerare,creando melodie e riff prima di lui impensabili (l’Eruption rimarrà per sempre uno degli assoli più incredibili mai creati).Il riff forse più famoso del rock (Ain’t talking ’bout love) è suo.Consiglio di ascoltare anche il Cathedral, ovvero come suonare una chitarra senza far sembrare che si stia suonando una chitarra.Un genio,un mito.

  17. C****!Quando ho ascoltato per la prima volta l’album Van Halen la traccia 2(erupton)mi ha lasciato per3 minuti con la bocca aperta.unico;dopo jimi e jimmy page il più grande.

  18. Esagerato!!!ha inventato una tecnica,fa degli assoli esagerati,cosa volete di più???

  19. Sicuramente unico….l’assolo di jump mi fa impazzire…..il tapping è suo…una pietra miliare!!!

  20. grandissima tecnica, sound pazzesco, ma pessimo arpeggiatore, davvero pessimo. mi sarei aspettato un tipo diverso di improvvisatore. grande lo stesso

  21. E’lui il chitarrista perfetto,e dovrebbe essere un esempio per chiunque suoni la chitarra…è il migliore,perchè la sua non è solo ostentazione di tecnica fine a se stessa,ma il suo modo di suonare è carico di significati e trasmette emozioni. E poi la melodia : oltre a possedere grandissime doti tecniche,lui è capace di creare pezzi meravigliosamente melodici e orecchiabili. Ragazzi qui stiamo parlando di musica,si o no? beh,la musica è melodia…inchinatevi a Mr.Edward Lodewijk Van Halen 😉 Cazzo lo avrei voluto come nonno…magari prima di andare a letto mi suonava Eruption, invece di cantarmi la ninna nanna.

  22. Eddie è un musicista geniale, come chitarristi ha gran pregi e qualche difetto, come tutti del resto!

  23. Per Nuno: scusa mi sono espresso male..Eddie ja registrato l’assolo..Lukather ha registrato le ritmiche, ma avuto non poche difficoltà a fare una ritmica che quadrasse con l’assolo (l’ha detto lui in un intervista).

  24. Giusto!Eddie ha un tocco veramnte curato e difficilmente imitabile (forse steve vai è quello che ci si avvicina più di ogni altro).Grande Eddie..canzoni brutte,AH!Ma fatemi il piacere,il giorno che scriverete un riff trascinante come quello di “Hot for the Teacher” ne riparliamo..

  25. una delle più gradni lezioni di chitarra che ho mai avuto è stata farmi dare il geatest hits di Van Halen senza le traccie scritte, imparare le canzoni a orecchio, e cercare su intrenet con i tabulati che ottenevo il nome delle canzoni. runnin’ with the devil è la meglio.

  26. Chi non conosce Van Halen non conosce la storia della chitarra rock-hardrock moderna. Non ci sarebbe il 90% di ciò che c’è stato, o comunque molto sarebbe diverso. I muri sonori , i riff portentosi,energici, il connubio tra pentatoniche ed escursioni cromatiche,tapping , swing,divertissement,..tutto questo è nato con Eddie ed è testimoniato con grande capacità compositiva in tutti gli album VH fino almeno a 1984 ; poi il calo di ispirazione è stato evidente, gli eccessi, le mode (grunge – nu-metal) che avevano fatto crollare le quotazioni del hard rock melodico ,hanno reso van halen un ombra di quello che era stato, ora sta cercando un riscatto sull’onda del Re-union trend,chissà … Resta doveroso il riconoscimento di ciò che ha fatto ,che continua a essere disponibile nei suoi dischi ,sempre idonei ad essere sparati alti e ricreare la magia e l’energia. Have fun.

  27. una fonte di ispirazione per molti chitarristi,magari più avanti tecnicamente,ma poveri dal punto di vista espressivo melodico.eddie sei un mito.

  28. unico e ognipotente dio. a parte uno o due di voi gli altri non capiscono letteralmente un cazzo di musica e sarebbe meglio che non lo guardaste piu se non lo capite. non capite un cazzo oltre che su di lui anche sul gruppo.roth non e mai stato uin cantante perché non ha voce e il grande periodo lo abbiamo dall 86 al 96 sia del gruppo con una bestia come sammy hagar alla voce sia di eddie come musicista…siete tutti fissati con il primo perodo del gruppo che e platealmente inferiore.evitate di suonare e di ascoltare quesyo tipo di musica perché non avete capito niente e penso che maicapirete.

  29. Eddie è unico!!!…sia con Sammy che con David, anche se la storia è nata con David, ma non perchè fosse superiore, ma per il carisma e la sua capacità di frontman….ma per il resto, come cantante non vale una cippa! Eddie invece è l’inizio di un nuovo modo di suonare la chitarra, è tutti ma proprio tutti quelli che oggi suonano rock, hanno preso spunto da una bestia di chitarrista dal nome Edward Van Halen…onnipotente!

  30. dire che eddie van halen è il re dei re di tutti i chitarristi e poco… dicono che tutti i chitarristi abbiamo preso spunto da jimi hendrix..sarà pur vero ma a mio parere van halen ha rappresentato e rappresenterà il CHITARRISTA per eccellenza a partire dal 79 sino alla fine degli anni 80…personalmente lo chiamo “ZIO” perchè è lo zio di tutti… van halen the king

  31. unico,inimitabile,nn ci sono altre parole!! senza di lui nn si vivrebbe!! grande Eddie!!!!!

  32. eddie è il guitar hero per eccellenza, è un fuoriclasse unico, un genio, non si discute… credo che chi lo mette allo stesso livello di vai, satriani, hendrix ecc. alla fine lo sottovaluta, oppure non si rende conto di cio che è riuscito a fare…. ma è solo la mia opinione.

  33. Il GENIO INSUPERABILE di Van Halen!Il chitarrista INNOVATORE!Ottimo esecutore GENIO,GENIO,GENIO!Lui ha stravolto la chitarra rock e HEAVY METAL è LUI il miglior chitarrista di tutti i tempi!LUI ha creato quel ponte tra la perfezione della musica CLASSICA e l’ANIMA METAL!LA PERFEZIONE SCESA IN TERRA!Malmsteen è sempre stato invidioso di lui e lo capisco perchè VAN HALEN è una spanna in più artisticamente parlando(posso dirlo perchè anchio sono un’artista).La musica MODERNA ma di QUALITà!Non si puo superare Eddie Van Halen dato che non si puo neanche raggiungerlo.

  34. …. oioi ma che van hallen e van hallen… nn capite nulla di chitarra guardate… certo lo ammetto, è un grande chitarrista, ma, mary, ci sono così tanti più bravi di lui che manco si contano, non ha rivoluzionato nulla nel mondo della chitarra come dite, lui e il suo gruppo fanno musica abbastanza commerciale, nn capisco che ci trovate di tanto bello in ques’individuo.. bravo si, talento si, ma suona la chitarra sensa espressione, nn mi piace quel tipo di chitarristi

  35. Piano con Malmsteen….Malmsteen lo sotterra..e senza quel cavolo di tapping

  36. Che sia stato un gran chitarrista molto dotato tecnicamente e geniale nessuno lo mette in dubbio. Ha fatto qualche canzone decente, rimpinzita di note suonate col tapping, spesso gli assoli sono noiosi…paragonarlo ad Hendrix?? Senza Hendrix van Halen probabilmente ora suonerebbe lo scacciapensieri, non ha dato alla musica neanche un milionesimo di quello che ha dato Hendrix!! E Steve Vai benchè abbia preso spunto da lui ora suona meglio con il c**o. E Che ha inventato poi? Il tapping già esisteva, l’ha solo diffuso utilizzandolo come dice Marco per suonare canzoncine commerciali. Niente a che vedere con le pietre miliari del decennio precedente…

  37. Ma Marco io parlo di eddie van halen non dei van halen,il tapping??la musica classica sulla chitarra elettrica(assieme a malmsteen)??chi l ha portata?LUI!in più è stato il primo a personalizzare la sua chitarra come si fa a non riconoscere la sua..be poi se non ti piacciono i chitarristi del suo genere quello è un altro discorso!Stammi bene!

  38. Be in effetti malmsteen è sempre stato invidioso di eddie non dite stronzate,c’è scritto addirittura su wikipedia…e per fare invidia a malmsteen ce ne vuole…

  39. A REGà VAN HALEN è SEMPRE VAN HALEN!CON HENDRIX NON CE STA PROPRIO PERCHè EDDIE HA FATTO DE PIù!è IL SALVATORE CH’è VENUTO A TIRACCE FUORI DALLE SABBIE MOBILI DEL BLUES PORTANDOCE VERA MUSICA CLASSICA!

  40. Van halen è un grande punto e basta.è il guitar hero per eccelllenza.A me piace.Anche Malmsteen mi piace tanto,si dice che lo invidiasse per il tapping.Malmsteen ha la sua bellissima carriera solista e deve esserne orgoglioso.Eddie è il virtuoso del gruppo!Un grande!

  41. hahahahaha ma voi basate un chitarrista dal tapping?! ma vi rendete conto di che dite! ma EDDI van hallen (come vuoi tu mary!) è un sempliciotto! ok tralasciamo jimi, tanto non capite, siete duri, allora andiamo nella musica moderna, volete del heavy metal o hard rock? ok eccovi paul gilbert… e van hallen è gia in una buca profonda 10 metri… lo volete capire che quel tizio li sopra con quella chitarrina in mano non vale nulla? nn potete classificare un chitarrista dal tapping ma dal modo con cui suona la chitarra

  42. Ciao marco posso dirti solo che sei ignorante più di una capra…Eddie van halen non fa solo il tapping,fa tutto ma proprio tutto e lo fa anche bene!I suoi riff hanno fatto scuola nell’hard rock!!!

  43. Abbiamo capito che a mary non piace hendrix ma non si è mai permessa di dire che non vale nulla come invece quell’ignorante di marco ha fatto offendendo van halen che paul gilbert poi non so cosa c’entri perchè non è in una band è un po diverso…cmq van halen è un grandissimo chitarrista…

  44. Eddie ti amoooooooooooooo!sei bravissimo e bellissimo!!!!!un bacio e guarisci presto!!!!!!!!

  45. Certo che marco è una contraddizione unica:prima dice che eddie(con la E finale)van halen(con 1 L)è un grande chitarrista poi dice che non vale nulla.E chi sarebbe quello che non capisce niente di chitarra????Van Halen guarisci presto e fai vedere al mondo che sei il mejo!!!!

  46. marco io do ragione a mary van halen è bravo a suonare ma la sua specialità è il tapping non puoi dire ke non è un bravo kitarrista,come malmsteen si può essere dei geni in quasi tutto(escluso tapping xkè mediocre).

  47. sono un classe ’67 e vorrei dire al gentil MARIO,che in quanto a chitarre è proprio lui a non capirne affatto(se non ti piace è una cosa,ma non puoi assolutamente sminuire EDVANHALEN)tutto quello che c’è oggi lo si deve a lui;un grande precursore e genio che ancora oggi fa la differenza,nonostante ci siano grandi chitarristi:n.b.semplicementi diversi!!!LUI è semplicemente LUI:MAGNIFICO!!!E soprattutto molto ESPRESSIVO e di grande immagine…ascoltalo bene,forsae capirai…..saluti e abbracci…GO EDDIE!!!!!!!!!

  48. Van halen grazie per la tua rivoluzione,sei il mlgliore,non mollare mai.grazie di tutto!!!!!!!!!!!!!!!!!!!1

  49. Grande patrizio…VAN HALEN è espressivo e anche tanto!Il tapping non è così facile come sembra quando usi anche le altre dita della destra..eddie van halen è il migliore for me!!!!!!!!1

  50. Si associa spesso il “tapping” a Eddie come se le parti di chitarra nei brani fossero solamente “l’assolo”

  51. stiamo parlando semplicemente del migliore chitarrista elettrico mai esistito, il piu grande innovatore della chitarra elettrica. evitate qualsiasi tipo di paragone, non è il caso. evitate di dire cose che risulterebbero ridicole.

  52. Secondo me Eddie è il meglio del meglio:assoli, ritmiche,il suo sound graffiante,sensibilità musicale, letteralmente perfetto.

  53. mary,van halen il meglio,puah!!!è sicuramente interessante e importante(soprattutto eruption).chi è l’icona della musica rock(e quindi anche di tutti i generi suoi derivati?chi è che ha stravolto il modo di suonare la kitarra?la risposta è semplicissima,l’UNICO,INARRIVABILE,PERFETTO,GENIALE JIMI HENDRIX.senza di lui dove sarebbe eddie van halen ora?a vendere pomodori al mercato..

  54. Hendrix ha rivoluzionato il modo di suonare la chitarra (cose mai viste ai suoi tempi, quindi un Dio). Poi c’é stato Blackmore che ha miscelato Hendrix con i passaggi di musica classica. Van Halen insieme a Randy Rhoads nei primi anni ’80 hanno perfezionato il tutto con l’aggiunta delle scale (c’era anche Vivian Campbell ma era poco famoso allora ancora diciottenne)! E poi sono arrivati i raffinatori Satriani, Vai e Malmsteen… Sicuramente se non ci fosse stato Hendrix, saremmo ancora qui ad ascoltare blues classico e jazz…forse…non si sà. Si immagina… basti pensare che Leo Fender disse ad Hendrix che faceva casino con la sua strato e non capiva ancora cosa stesse suonando 🙂

  55. per carlo:ma insomma basta con hendrix si è bravo…bona allora!van halen è il mio preferito è il mio genio li mio ispiratore!!!vai eddie

  56. Non capisco perchè i commenti su i vari chitarristi non si facciano ognuno al suo posto!

  57. …se non inventavano la ruota, ora non ci sarebbero le automobili, ma se non ci fossero le automobili, a cosa servirebbe aver scoperto la ruota?

  58. Van Hlen non è solo tapping e virtuosismi…Van Halen è la musica classica ed il rock,Van Halen è ribellione e compostezza musicale,aggressività,esplosione…Van Halen è un’eruzione.

  59. traggo un’enorme energia nell’ascoltare Van Halen, il fatto di saper suonare la chitarra in maniera divina non è il motivo del mio amore per lui, il mio amore per lui e concentrato tutto sulla sua espressivita’ musicale, ovviamente il suo genio chitarristico è una cigliegia sulla gia’ immensa torta che Eddie ha offerto alla storia della musica moderna

  60. Edo Edo,spero tu non sia l’amante del blues ad aver lasciato quel messaggio inglorioso! Hendrix è il maestro per eccellenza,chiaro, ma attento perchè Van Halen non è stato da meno per le generazioni di chitarristi venute dopo di lui…

  61. Ma…io credo che edo sia leggremente prevenuto su tutto cio che è al di fuori del blues.Eddie è stato un grande innovatore della chitarra elettrica,ha influenzato tantissime generazioni di guitar hero;se poi,uno gradisce di piu jimi hendrix va benissimo ma non è stato l’unico innovatore non scordiamocelo mai.un saluto a tutti!

  62. vorrei solo fare una osservazione ha chi paragona eddie ad altri : van halen è uno (attualmente e in passato)dei pochissimi chitarristi del pianeta, che durante un assolo(la tipica pausa di ricarica) non inserisce scale non sue(hendrix) mentre quasi tutti gli altri sono costretti a farlo.

  63. van halen è un grande chitarrista con eruption poi….. vabbè io vado a scrivere nella pagina di petrucci meno male che chi scrive sulla pagina di van halen nn dice che è scarso almeno questo

  64. Si..eddie è EDDIE,se non ci fosse stato lui mi chiedo come sarebbe rimasta la chitarra hard rock…un saluto a tutti i fan di questo grande genio chitarristico.

  65. per dario: be volevo saltare alcuni passaggi, ma effettivamente non posso cominciare da EDDIE: si, sentivamo in quel periodo di vivere qualche cosa di completamente diverso, ma secondo me ve ne accorgete meglio voi ventenni, comunque… hendrix, clapton,blackmoore, page, in ordine di ascolto all’epoca, certo era più “facile” fare pezzi di blackmoore, le ragazze impazzivano e poi potevi anche storpiare un pò l’assolo che non se ne accorgeva nessuno, hendrix lo lasciavano perdere quasi tutti, non come ascolto(anzi) ma non lo suonava nessuno, si rischiavano figure patetiche, anche perchè con lui non puoi storpiare…

  66. Van Halen insieme ad Hendrix è stato uno dei più grandi innovatori dello strumento…nelle loro rispettive epoche hanno rotto gli schemi e fatto evolvere la chitarra…i paragoni tra loro sono inutili, posso solo dire che per i miei gusti preferisco Jimi perchè era più vario senza nulla togliere all’altro.

  67. si paolo sono quasi daccordo, però come ho fatto io,se vuoi parlare di EDDIE, commenta tranquillamente, se vuoi aggiungere qualche cosa su hendrix fallo senza problemi, ma sulla pagina di van halen non fare confronti, anche perchè “più vario” mi sembra eccessivo, a meno che tu non stia pensando al tapping, in questo caso, non conosci o non hai suonato EDDIE.

  68. allora amanti e adulatori di eddie: ho letto velocemente, ma ho letto, ROLLING STONE, l’ho appena acquistato, non solo la rivista, ma anche il suplemento(i 500 migliori album della storia) ho scritto in un commento : non quardo più le classifiche da venti anni… meno male, avrei una bella cirrosi: EDDIE viene citato al

  69. scommetto che i rolling stone sono al numero uno(con tutto rispetto per gli stones)… io darei fuoco a tutte queste cose,a partire da quella rivista

  70. be dario i rolling stone ci sono e sono tra i primi come jimi hendrix, mi sembra 15simo, i beatles occupano le prime 10 pagine, ma questo non sarebbe un problema, il problema vero è a parte i van halen, la maggior parte del rock( qualcuno c’è fortunatamente) per loro non è quasi esistito..poi ti trovi M. JACKSON AL n20 e ti parlano dell’assolo di van halen: IL PIROTECNICO METALLARO EDDIE VAN HALEN…qui non serve bruciare la rivista . ci vuole una ambulanza e velocemente.

  71. ho rispolverato dal vinile un vecchio video che aveva conservato mia sorella,ormai 30enne,dove eddie suonava,anzi pennellava le corde della sua chitarra per circa quindici minuti,sono rimasto a bocca aperta,davvero non ci sono storie,questo era un fenomeno!

  72. per dario: si hai ragione l’impressione è quella, i giovani(non tutti) acoltano eddie dal 2000 al 2007… veramente una catastrofe, ma io che sono un irrecuperabile innamorato di eddie, ho fatto una prova: ho ascoltato per un paio di mesi praticamente tutti i migliori: mi stavo ricredendo, ma quando mi sono riascoltato il vero eddie, ho capito perchè mi ha cambiato musicalmente la vita: INIMITABILE!!!!!

  73. per la redazione: scusate la fiscalità: ho notate che il profilo di eddie e la sua pagina sono intitolati: VAN HALEN, non si potrebbe se possibile chiamarlo EDWARD VAN HALEN?

  74. Eddie Van Halen? Il chitarrista che ha rivoluzionato il concetto stesso di suono della chitarra. Ha dato vita o ampliato tutte le tecniche attualmente in uso dai chitarristi di 3° generazione i quali ancora oggi si ispirano a lui in moltissime situazioni.

  75. per riccardo: si riccardo hai centrato il bersaglio, non conosco la tua età, ma se sei un 20-28enne prova a spiegarlo ai tuoi amici..

  76. Un augurio a tutti ma soprattutto ad Eddie che ha combattuto contro il cancro e lo ha rivelato da poco ufficialmente nonostante già la notizia fosse diffusa da tempo. ciao a tutti

  77. per fausto: bene fausto, questa volta siamo sulla mia pagina preferita: EDDIE ha rivoluzionato il modo di suonare una chitarra rock,in questa pagina posso dirti perchè giudico un periodo nero quello di HENDRIX: eravamo tutti incastrati in una evoluzione che stava per implodere…EDDIE ha cambiato l’atteggiamento del chitarrista tradizionale,(non parlarmi per favore di un hendrix che esprime felicità…) le chitarre non sono più le stesse…(vedi le varie “sculture” variopinte di oggi) è stato costretto addirittura a cambiare suono

  78. dunque,senza andare in ordine cronologico:1:anche nino d’angelo appena lo ascolti lo riconosci,ma questo non basta a farne un grande musicista.2:hendrix esprime tutto l’ampio raggio degli affetti umani,come ho detto sta qui la sua grandezza,e ci sono pezzi in particolare che sono la quintessenza della gioia di vivere.te lo dico da serio conoscitore(ain’t no telling-axis bold as love-if six was nine),se poi vogliamo discutere di come la gioia si esprime in musica faremo una cosa piu’ costruttiva.3:non ho mai detto che van halen sia solo tapping.4:ci sono tanti chitarristi che si sono ispirati a lui,ma vedi,e’la qualita’ di questi ispirati che io ho messo finora in discussione.5:hendrix ha aperto la mente anche a musicisti in altri ambiti,non mi pare che eddie abbia fatto lo stesso,a meno che pensi che la tecnica del tapping abbia aperto la mente;ma cio’ sarebbe molto banale,a ad ogni modo il tapping(siamo in 4 gatti a saperlo)lo ha inventato stanley jordan,con esiti molto piu’ rivoluzionari.6:non e’ rilevante che eta’ avevo nel 78,per me l’arte e’ fuori dal tempo cronologico,quello che conta e’ quello che in un chitarrista dura indefinitamente,al di la’dell’impatto iniziale.7:per me il tapping(anche nel caso di stanley jordan)snatura letteralmente il tocco del chitarrista,lo posso accettare come momento all’interno della musica,ma masturbarsici su alla eruption lo trovo di un piattume estremo.8:sul floyd come si chiama non so di che si tratti,mi documentero’,immagino dalle tue parole un espediente tecnico dello strumento…se e’ cosi’la cosa non mi interessa,per me quello che conta e’ l’espressione sonora,il resto sono mezzi piu’ o meno egregi(del resto ho visto grandi chitarristi fare cose incredibili con chitarre da 2 soldi).9:non mi interessa con chi suona,puo’essere anche sua nonna purche’ suoni bene,insomma la parentela non la vedo un argomento determinante ai fini del valore musicale.9:davvero mi spiace che tu abbia pensato che io ho timore di mettermi in discussione,pazienza per il pregiudizio;sono venuto qui perche’ ti ritengo educato,da melaz andro’ quando non la mettera’ sul personale(per mancanza di argomenti).10:ho risentito quelle cose di eddie,feling e’ una bella canzone,piu’ che altro per la progressione di accordi poco prima della fine.le altre mi sembrano solo normale amministrazione.non sono quello che io intendo per musica.intendiamoci,sono divertenti,estrose,ma non mi fanno andare oltre,e tu sai da quello che ho scritto cosa intendo.salutiamo

  79. come già detto Van halen ha cambiato un modo di suonare tipico anni 70.Ha rivoluzionato tutto quanto.Non c’è chitarrista che non ne sia rimasto influenzato.Impressionante e terrificante ancor oggi il primo LP(neanche si riusciva ad immaginre come suonasse i suoi soli).

  80. grazie fausto per la risposta(ma non avevo dubbi) avrai capito sicuramente che le mie “osservazioni” sul fatto che non ti spostavi erano provocatorie, la canzone felin’ l’ho inserita perchè è l’unica tra quelle che ti ho consigliato non cantata da david lee roth, il marchio è led zeppelelin, mentre le altre non sono dei capolavori ma gli assoli si, nino dangelo è un cantate non un chitarrista, quindi sarebbe riconoscibile anche nei van halen…

  81. Ciao Fausto… ti ho mandato un paio di testi di Malmsteen al tuo indirizzo… aspetto una tua risposta eh!!! 😉

  82. fausto: adesso ho più tempo, ho sempre letto i commenti tra te e melaz(dice di essere giovane…)

  83. mah, riconoscibilissimo dallaprimanota è il più grande complimento che di solito faccio ai più grandi.Il resto sembrano uno una copia dell’altro sembrano questo o quello meno se stessi.

  84. Oh ragazzi a ki mi paragonate JIMI HENDRIX,a EDDIE VAN HALEN?dai nn fatemi ridere van halen cn jimi nn ha niente a ke fare cm invece lui vuol far credere.van halen ha avuto tanta fortuna sl perchè ha suonato(VAN HALEN I è del ’78)in un periodo buio per la kitarra in cui si stava diffondendo il fenomeno punk cn i sex pistols,lo stesso discorso vale adesso per malmsteen,vai ecc.se ci fossero negli anni sessanta o prima nn avrebbero venduto un cd

  85. Van Halen non era male ma Eruption mi sembra una boiata, non ci vedo un grande talento e genialità in questa canzone. Comunque ricordo che al suo tempo lui era forte anche se oggi il suoi “successori” lo hanno superato di brutto (cosa che con Hendrix non è ancora accaduta).

  86. ma che va dicendo questo con la quinta essenza della gioia di vivere? ma usa quello che usava Jimi o cosa?

  87. Wow Mary!!! Qui hai preso in pieno dei punti focali che forse ancora nessuno aveva approfondito!!! Come la complicità e il fatto delle fondamenta!!! Certo non vuol dire che se suono con mio fratello, io (io in senso lato) sia un bravo artista, però sono cose importanti in un gruppo devono esserci, e che io colgo quando ascolto la musica.

  88. Grazie Gianni!, lo so cosè il Floyd, scusami, colpa mia… nel senso, nel momento in cui l’avevi scritto non ci ho pensato… so che il Floyd Rose è il ponte mobile (giusto?)… però mi interessa “gli altri hanno distrutto il manico” (ahaha!)… il problema è che con l’approvazione dei commenti, i commenti si sovrappongono… potremmo parlarci qualche volta via Email? (ti disturberò solo quando leggerai il comment e mi dirai OK… grazie in anticipo ;-))

  89. intanto non sono nato per convincere nessuno.torno a dire(ma non lo ripetero’ piu’)che e’ la qualita’ dei chitarristi che si ispirano a van halen che io ho messo in discussione da quando scrivo,e con cio’ rispondo anche a mary che mi chiede cosa non mi piace in van halen.inoltre non ho detto che a sei anni ho sentito van halen(sai leggere?),ma che cio’ che mi interessa e’ quello che ascolto qui e ora,e sopratutto quello che lascia.no non conosco il floyd rose,fra l’altro suono una semiacustica,non mi pare ci sia da vergognarsi.molte band si sfasciano mary,ma molte no,e non per forza erano parentati,inoltre ci sono fratelli che se le danno di santa ragione.se ti va mary parlami degli aspetti artistici che cogli,ti ho gia’ invitato a farlo ed e’ stato un disastro,prenditi un’altra possibilta’.basta parlare di tapping,non me ne fraga nulla.il discorso che ho fatto su nino d’angelo,e’ solo per dire che la riconoscibilita’ e’ una condizione necessaria ma non sufficiente per essere grandi musicisti,spero che ora vi sia chiaro.gianni,hai suonato i pezzi di hendrix?io non li ho sentiti intanto,non so dunque come li suoni,inoltre la frasetta “non c’e’ paragone” mi pare quella di uno che non vuole confrontarsi piu’…e allora amen.del resto dici che da parte mia c’e’ un muro .sulla frase “ti interessa solo hendrix” ti ho gia’ risposto in precedenza,ma lo hai evidentemente dimenticato…chitarristi rock!non hai ancora capito gianni che questa etichetta non mi interessa affatto.continuo a contestare il rumorino delle plettrate gianni,e non e’ questione di velocita’ ma di grossolanita’…inoltre il 2008 e’ poca cosa rispetto all’infinito caro il mio progressista superficiale e acritico.vedi puo’ darsi che le persiane siano un po’ chiuse,posso anche dire che e’ normale ed umano, ma questo non vale solo per me caro,tutti abbiamo le nostre ignoranze,e il primo che non lo riconosce e’ il piu’ ignorante di tutti.dici che da me in quanto muro non si possono avere risposte,a me sembra esattamente l’opposto dato che ho ricevuto quasi solo fraintendimenti,offese(fausto lo scrittore e ora anche muro)e furbeschi(bimbeschi)cambi di argomento.mai vi ho sentito parlare delle vostre sensazioni,e cio’ per me e’ di una noia mortale.dici che ho fatto male ad usare 5000 parole,siete stati meglio voi che con due parole avete fatto rassicuranti conversazioni da salotto per confermarvi cio’ che gia’ sapete.vedi mary,ad ogniuno il suo punto di vista e’ solo il relativismo dell’imbecille,e’ estremamente livellante…e’ piu’ giusto dire che per ogni famiglia di problemi bisognera’ trovare il punto di vista(come il sole nel sistema solare per esempio)…ma mi sembra che qui vogliate stare tutti tranquilli giocando a fraintendere.bien,non vi inquietero’ piu’.un annoiatissimo saluto.ps:poi mi spiegherai gianni(anzi spiegatelo tu o spiegalo agli altri poiche’ io non bazzichero’ piu’ qui)perche’ e’ essenziale conoscere il floyd rose per commentare un chitarrista.vedi,ho proprio purtroppo ragione:fra questa del floyd e il tuo 2008 pseudoprogressista hai(avete)frainteso il concetto di tecnica.saluti e soprautto,salute

  90. per melaz: be ti posso dire qualche cosa sul floyd ma è personale perchè io lo uso solo in giù, le chitarre signature evh hanno un floyd che ha la base praticamente attaccata alla chitarra(come voleva eddie)comunque lo scopo principale è l’accordatura: con una strato normale(non quella di malmteen…) dopo un po l’accordatura va a farsi benedire e poi un floyd scende di una ottava e passa(senti eruption per esempio)con un vibrato normale sarebbe impossibile, i vari chitarristi che ne hanno fatto una cultura(satriani vai ecc) hanno un floyd sospeso cioè la leva va anche in su, guarda satriani e vai con eric jhonson al g3 e vedrai la sensazione stampata sulla faccia di eric… bravissimo ma fuori posto, per vedere un esempio di quasi rottura del manico prova a cercare su you tube un video di randy rhoads e vedrai cosa intendo, sicuramente ci sarà qualcuno che ti spiegherà meglio di me(amanti di satriani e vai) l’uso e abuso che ne viene o veniva fatto, malmteen non usa il floyd( sicuramente ha delle meccaniche autobloccanti) ma ha tutti i tasti del manico scavati, anche da li nasce il suo suono inconfondibile, comunque un problemino il floyd(sospeso)lo da: se spacchi una corda sul palco non suoni più, la chitarra si scorda completamente, mentre con un ponte “alla van halen” l’accordatura rimane intatta perche il ponte non torna indietro, comunque per farti un piccolo esempio eddie sfrutta la leva in quasi tutti i soli

  91. scordavo…io non ho mai cestinato alex van halen,non mi sono mai espresso cosi’,ho espresso altro concetto,ma se tu sei contento cosi’ continua a crederlo,poi sono io il muro;a proposito,dimenticavo gianni:questo muro irrispettoso degli altri come tu mi definisci,ritira il termine “educato” a te riferito precedentemente

  92. Fausto, con questo commento stai ammettendo tutto quello che ti è stato attribuito… non puoi scappare davanti a problemi di fraintendimenti, o perchè pensi che tutti ti diano contro, ma al contrario devi far capire che quello che dici lo “credi veramente”, senti che sia giusto, come cerchiamo di fare noi tutti in questo sito… non credo stiamo giocando a “chi ne sa di più”, o a “tu non hai capito un cavolo di musica” (anche se alcuni pivellini lo fanno, basta andare a leggere in altri profili, dove le offese pullulano, e sono offese dirette!).

  93. Allora fausto io lo faccio per il tuo bene..insomma se stessi a scrivere tutti gli aspetti artistici nella musica e soprattutto nella musica di hendrix ho paura che non capiresti niente,non offenderti ma è la verità,perchè userei parole un po’ difficili che è normalissimo non comprendere per le persone che non studiano personalmente l’Arte.Non preoccuparti stai tranquillo dopotutto ci si scambia molte idee e guitarlist non è certo una guerra,anzi sai perchè rido ognitanto?perchè mi diverte il tuo fatto di prendertela troppo,di “adattare” nel personale solo delle opinioni musicali;il bello è che tu ti arrabbi!ahahahah.ah…io non ti ho chiesto cosa non ti piace in van halen poichè non c’è bisogno di chiedertelo:è palesissimo.Dopotutto alla gente non garba cio che non capisce.Un saluto!

  94. “E’ stato il primo a portare la chitarra elettrica e buona parte dei chitarristi del tempo fuori dalla pentatonica blues.”

  95. per mary: come potrai notare dall’ultimo commento di fausto, il tranello di qui parlavo nella pagina di hendrix era mio.. adesso abbiamo scoperto chi è il grande fausto: una persona che diventa improvvisamente…maleducata e mi chiede praticamente di fargli sentire come suono hendrix…(non ho parole) solo perchè uno gli ha detto che ha un muro davanti a casa(metaforicamente)praticamente solo un poeta, per non parlare del chitarrista riconoscibile, lui dice che non parla di chitarra rock… hendrix cos’era un batterista? poi viene fuori che suona una acustica(con tutto il rispetto) non conosce un floyd rose.. e ci credo che non risponde come immaginavo e poi dimmi che non avevo ragione a perdere tempo, comunque mi ha fatto piacere vederti scrivere più rilassata

  96. Si certo Melaz intendevo che se un individuo suonasse con un fratello che,oltre quindi ad essere suo consanguineo,ha la sua stessa passione si sente molto legato e soddisfatto.Si tratta poprio di una questione educativa in quanto non vi è una grande differenza di età quindi si crea questa forte complicità amichevole e fraterna tra di loro.Un saluto

  97. per melaz: no melaz, malmteen usa un vibrato fender la differenza(quasi) sta nella profondita della leva e non ha un bloccacorde, anche se come ti dicevo sicuramente usa meccaniche autobloccanti che praticamente sostituiscono il bloccacorde al capotasto e poi malmteen non ha bisogno di un floyd(anche se il suo vibrato è sospetto..)magari un fender modificato, comunque usa una scalatura di corde “pesante”: ho visto un dvd l’altra sera(1985) e le viti che regolano le molle sul retro sono avvitatissimeeee, di solito indicano 0,10 ma non è detto(alcuni la pensano diversamente)

  98. marco concordo con te per i chitarristi da te citati, però devi ammettere che la pentatonica(pensa che quando suono eddie non ho mai pensato alle pentatoniche) di eddie è diversa…

  99. piccola mary,sappi(te lo avevo gia’ detto)che mi occupo d’arte molto seriamente,da circa 20 anni.quindi non ti fare problemi baby,non mi mancano certo ne’ terminologia ne’ argomenti.io mi arrabbio?a me non pare proprio…il fatto e’ che non tollero le offese.e poi,dio mio basta con questa retorica dei consanguinei,si cade in un familiarismo moralista e ridicolo.gianni ribadisco il “maleducato”,io caro gianni non mi sono mai permesso di chiamarti muro.e c’e’ poco da far metafore:per me e’ un’offesa,visto che sto anche io a dare il mio tempo a scrivere e a confrontarmi.inoltre sappi che hai capito male,io non suono un’acustica ma una semiacustica,e a volte anche un’acustica(fraintendiamo ancora),ti dispiace?fatti tuoi.no hendrix non era un batterista,ma sappi bimbo che odiava essere etichettato.definire hendrix rock e’ molto riduttivo.permettettitelo con van halen.altrimenti mi par proprio di avere scritto a vanvera finora(nel senso che ti sei scordato totalmente quello che ho scritto da quando bazzico si guitar list).un saluto(sempre piu’ annoiato…ma che siamo da maria de filippi!)

  100. Siete daccordo se dico che van halen non è stato il primo ad arrivare a suonare qualcosa che non fosse la pentatonica?

  101. si sono d’accordissimo marco,e prima di blakmoore e compagnia anche hendrix ne ha combinate.tra parentesi uli roth si definisce un hendrixiano convinto

  102. fausto smettiamola(tutti e due) di scrivere con ripicca, io probabilmente ho esagerato ma se non vogliamo scendere a livelli bassissimi

  103. scusa fausto nella fretta non me ne ero accorto: ma cos’è sto cambiamento: piccola mary, baby, bimbo…

  104. marco la pentatonica di eddie non è esattamente per esempio quella di blackmore: van halen usa una pentatonica che è un miscuglio tra la vera pentatonica e una scala blues cioe aggiunge un mezzo tono e ogni tanto la fa a corda libera (in la)

  105. intanto vorei mandare a quel paese la misteriosa mail non firmata che dice”discussioni sul nulla,sito pietoso”.evidentemente non ha letto tutti i commenti precedenti(quelle che si son fatte sulla sezione hendrix ad es)che ora qui ci sia stato qualche attrito non fa testo sull’idea nobilissima di confrontare le proprie esperienze musicali.gianni,non c’e’ problema per me,basta riprendere serenamente.ci tengo molto a dire che hendrix non era solo blues e rock,e penso che il suo parere in merito sia fondamentale.egli chiedeva che lo si definisse piu’ che altro come “estasi musicale”.su tale concetto possiamo parlare.il fatto e’ che l’accademia spopola e semplifica…molto.a proposito di eddie voglio ribadire che io non lo etichetto nel tapping.non ho ben compreso quel che dici a fine commento sulla verita’ di quel che si sa,e sul lasciare perdere.bimbo,baby,si senza dubbio dettate da un po’ di incazzatura(come l’ultimo addio a melaz)ma ti ripeto, come se nulla fosse,riprendiamo da prima di questi cortocorcuiti(il tempo a volte puo’ per fortuna essere una variabile dipendente…da noi)ps:io con semiacustica e acustica ci suono blues e jazz,ma anche hendrix (e qualche passaggio di eric johnson)e se pure non uso certo feedback etc,metto molto piu’ rock di tanti amplificati che pensano che basti questo per fare rock.peraltro il mio ampli non e’ un muro di marschall,ma del resto per piccoli spazi va benissimo,e io non suono certo per grandi folle.anche certi pezzi di robert johnson solo voce e acustica hanno un gran rock.insomma intendo dire che fare cesure troppo nette a volte ci fa sfuggire tante sfaccettature.come quelli che ignorano le parti strapulite del suono di hendrix

  106. Prima di tutto,l’argomentazione riguardante i consanguinei era in un discorso con Melaz quindi non so cosa possa interessare a te,fausto.Ahahah!Io non so come e dove ti abbia offeso,se mai offendi già te stesso ponendoti nel modo animalesco e presuntuosamente schizzofrenico relativo al precendentissimo e lunghissimo commento.Vedo che ti sei calmato e ti fa piacere ma una cosa potevi risparmiartela(lo faccio per te,per il tuo bene):”baby”…mi sembra un appellativo abbastanza stupidino soprattutto se detto da un trentenne(anagraficamente trentenne poi non si sa…).Mi dispiace per il fatto che mi consideri piccola,però che ci posso fare..per gianni:eh si mi sono calmata per fortuna,spero che quel tasto nello spazio di steve morse non sia più toccato altrimenti mi darebbe mooooooolto fastidio.Un saluto a tutti!

  107. cercherò (è impossibile) di rispondere a qualche commento: EDDIE VAN HALEN: tutti suonavamo page blackmore clapton hendrix schenker(scorpions e ufo) ma mi stanno sfuggendo altri nomi, tutti parlano della depressione di clapton dopo la scomparsa di JIMI, nessuno parla della depressione degli altri dopo la comparsa di eddie, per edo : dici che eddie è stato fortunato in van halen 1, bene.. non so se sei cattolico ma DIO dice: aiutati che DIO ti aiuta.

  108. per fausto: così mi sei tornato il “primo fausto” e mi fa piacere, secondo me dovremmo affrontare solo gli argomenti da noi realmente conosciuti, vedi ad esempio che parlo sempre di aver suonato hendrix ma non mi sono mai avventurato sul blues, lo suono ma sinceramente non ne conosco le origini storiche, per quello il floyd i fratelli ecc sono importanti per i van halen, la fine del mio commento a qui ti riferisci dice proprio così: se non conosci bene un chitarrista(come io non conoscevo bene petrucci) ascoltalo e poi in base alle tue sensazioni esprimiti, anche io avevo dei pregiudizzi su petrucci ma è bastato ascoltarlo meglio lasciando perdere le varie critiche(gelido veloce e basta) per scoprire invece un grande chitarrista

  109. mary,forse ti e’ sfuggito,ma non rispondo piu’ agli insultini.salute ps:guarda comunque che gli schizofrenici non sono affatto presuntuosi,anzi

  110. cazzo commentate ! eddie dovrebbe essere ai primi posti (e molti altri dovrebbero avere molti più commenti)…questo sito è troppo “commerciale”

  111. comprendo gianni.se non mi sono sbilanciato nelle mie sensazioni,e’ perche’,letteralmente da van halen in poi non ce ne sono che mi suscitano sensazioni.ma io di certo non lo conosco con l’amore che hai tu,e l’ho risentito da poco dopo qualche annetto.pero’ una cosa,se parliamo di musica,di sensazioni,che importanza ha a tal fine parlare di ingegneria dello strumento?idem per la fratellanza:ai fini delle mie sensazioni sul suono di eddie,che mi cambia sapere che suonava col brother?allora uno che non lo sa(e non conosce il floyd)non ha diritto di esprimere niente sulla cosa veramente piu’ importante…il suono.

  112. Fausto… il suono, la musica è prodotta da uomini, quando un uomo è a disagio, non va d’accordo con una persona, ad esempio può non dare il meglio di se, e questo si ripercuote sulla musica, lo stesso vale se hai uno strumento che non funziona molto bene

  113. vedi fausto nel caso di EDDIE e di altri chitarristi e fondamentale sapere cosa usano, che tipo di humbucker il floyd un ponte fisso ecc. ecc. ma questo non vuol dire diventarne un clone, nel rock puro il suono è fondamentale, alcuni(la maggior parte) chitarristi hanno cambiato e modificato decine di chitarra per ottenere quello che volevano: suono e comodità; a questo punto dovremmo parlare di corde, action, quali pick up è meglio montare “il manico” il peso della chitarra ecc ecc ma sarebbe troppo lungo, anche endrix aveva le sue esigenze ma nessuno (almeno in questo sito) si è mai chiesto cosa usasse lui,sarebbe impossibile saperlo, ma ti ripeto come per un’auto è importante che la “tua” chitarra non ti dia ordini

  114. si gianni,si melaz,ma non ha a che fare nulla con le sensazioni che la musica ci da’,ne’ delle motivazioni che ci spingono a dire che quel musicista per noi e’ straordinario.se poi vogliamo parlare di liuteria,sono il primo che ammette tutte queste cose…tra parentesi non ci sono limiti alla raffinatezza per fare sentire le mani “a casa loro”(purtroppo la chitarra che mi ha dato davvero cosi’ tanto non me la posso permettere proprio).pero’a quel punto non stiamo parlando piu’ di qualita’ musicali ma di altro.lo stesso vale per la biografia.

  115. scusate… nel mio ultimo commento parlavo di rock puro… il concetto vale per tutti i generi musicali, scusate ancora

  116. un commento di melaz mi ha fatto ragionare(non è facile in una mail)valentino rossi… è un fenomeno per natura ma… puntiglioso, prova la moto mille volte(non sto parlando di velocità)deve sentirsi a “CASA” sono daccordo fausto quando fai l’esempio di poveri umani che neanche sapevano cosa fosse una accordatura ma hendrix io te melez e sicuramente tutti i commentatori di guitarlist lo sanno, quindi se andiamo alle radici potrebbero anche essere cambiate, su questo sito scrivono soprattutto giovani e giovanissimi non penso siano tutti idioti…

  117. mel,mi sembra un’ovvieta’ che la chitarra debba risponderti,e io una cosa del genere e’ ovvio che la guardo,ma tu hai spostato l’asse del mio discorso che era ben altro.grazie dl consiglio gianni,in effetti e’ da un po’ che l’idea di un liutaio mi pizzica,ma anche tu hai spostato l’asse della questione che ponevo.va be’,fa nulla

  118. va bene fausto parliamo di suono, sempre parlando di EDDIE è stato proprio il suono a frantumare alcune certezze dei chitarristi rock anni 80, van halen con fantasia ed intuito ha trovato quello che voleva, la difficoltà è stata capire da dove veniva quel suono, è normale che se l’avessi ottenuto io il risultato non sarebbe stato lo stesso…sono daccordo che un grande chitarrista può suonare anche con una chitarra senza particolari accorgimenti, noi che non siamo grandi chitarristi lo facciamo tutti i giorni ma per i più grandi non basta, tornando per un attimo al tapping: se van halen non avesse comodità si stancherebbe dopo tre canzoni

  119. se con “idioti” si faceva riferimento ai bluesman,be’,quelli lo sapevano cos’era un’accordatura,e alcuni ne usavano diverse.certo non sapevano cos’e una terzina ma accordare,caspita questo si,basta ascoltare.io parlavo solo di tecniche liuteristiche in senso stretto,tutto qui.io mi fido solo di come le mie mani,le mie orecchie,l’intero mio corpo suonante si trovano con uno strumento dopo averlo provato qualche giorno.allora capisco se tien bene l’accordatura etc

  120. si certo,io comunque ho parlato sin dall’inizio del suono in se’,del puro ascolto,di sensibilità cioè(la tua e quella di van halen).salute

  121. certo una toppata come quella dei van halen in jump(recentemente live) mi ha lasciato basito: la base fuori di mezzo tono… eddie che impazziva per riaccordare la chitarra dal ponte(era impossibile) il figlio che si è spostato sulla tastiera di mezzo tono(era facile) david… mi sa che la base non era per lui…va be anche i grandi sbagliano… ma la gente paga!!!

  122. Genio: ha inventato il tapping; eruption fa paura; scarso quando ha avuto gravi problemi live con jump e non si è fermato. Comunque tra i migliori.

  123. mi dispiace fare questo commento su eddie ma (è il mio idolo) non ho ancora capito cosa stà o vuole fare, è dura sentirlo cosi.. eddie se mi senti torna originale non se ne pentirà nessuno

  124. vi lascio questo link… dovrebbe far capire a molti che anche una canzone semplicissima suonata nel 78 non è uguale se suonata da “altri”: PAUL GILBERT (solo l’inizio)

  125. per PAUL MR. MARLON, si il manico ha il suo peso eccome!!! ma io ho parlato anche di RADIUS: il manico fender classico non si addice alle mie mani, l’ho modificato in base alle mie esigenze; io come corde uso 0,8 ernie ball un solo hunmbucker ma non è sempre così, ad esempiop la AXIS ha due humbucker e non tiene bene le 0,8, comunque tornando al manico: è indispensabile essere comodi, ad esempio una ibanez RG è quasi il massimo come manico, ma a me non piace

  126. edo se devi sfogarti fallo in un’altra pagina perchè in questa fortunatamente non ci sono buffoni,il termine “buffone” è tuo., e ti prego vivamente di non farmi……..quindi non offenderti… GRAZIE

  127. e poi edo per finire(se potessi scriverei tutto in un commento) si hai ragione su EUPTION, quel coso in mezzo alle gambe l’ha rotto proprio a tutti compreso il resto….

  128. gianni ma cs dici,da dove me la tiri fuori la parola buffoni,quando mai ho usato la parola buffoni

  129. scusa edo è vero, la parola non era buffone ma “pagliaccio”…nella pagina di malmteen…non è che cambia molto..comunque scusa;

  130. Sicuramente il chitarrista più formidabile di tutti i tempi,uno dei musicisti che mi ha improvvisamente illuminato il cammino e solennemente aperto i cancelli del mondo della chitarra elettrica.L’artista più istintivo e creativo che le mie orecchie giovani ma acute abbiano mai argutamente ascoltato,l’uomo che ammiro in tutto cio che musicalmente fa.Semplicemente il migliore sotto ogni punto di vista.Un saluto

  131. mary devi acuire ancora tanto ma tanto le orecchie e farti qualche altro punto di vista…

  132. non so come incominciare….MARY: si io la penso alla stessa maniera..un giorno però dovrai spiegarmi una cosa: dato che ti ha aperto le porte..è mai possibile che io scriva da solo in questa pagina?

  133. constatazione?constati nel tuo nulla gianni.ad ogni modo rispondo:quando si fanno affermazioni “marziali” come quella di mary io,e credo(credevo) anche tu,non ce ne facciamo un cazzo(anche la mia non è ironica).non ha senso affermare così,per farlo bisogna un attimo dire qualcos’altro,argomentare,e non tirarsi i capelli e dire:huau è il migliore.no, così è da adolescenti.ti è piaciuto il commento di mary?va bè si vede che siete analoghi,buon divertimento

  134. Niente Mary,solo si vede che sei innamorata musicalmente di Van Halen,quindi per me sei cara..un saluto

  135. caro gianni vedi i miei nn sn sfoghi di rabbia,sn sl la verità:van halen è bravo,ok.è stato un innovatore,ok.ma niente di +.nn aveva il feeling(la musica è feling) di altri suoi colleghi.quelli cm lui(satraini,vai,hammett e compagnia bella)nn sn certo nati per suonare la kitarra,semplicemente l’hanno suonata 6 ore al giorno per tt la vita e quindi sn diventati tecnicissimi,ma nient’altro

  136. questo chitarrista mi fa proprio venire! cosi’ volgare ma cosi’ pura e genuina la mia emozione

  137. ragazzi..so bene anzi benissimo…che eddie è un problema…però dai..facciamo (compreso me) dei commenti seri, e per seri intendo: chi è eddie?..un pazzo…un genio…o tutte e due..o addirittura uno normale

  138. FAUSTO: il nostro rapporto in quitarlist è sempre stato cordiale, però se vuoi parlare con me: lascia perdere la prosa….vai sul diretto, il mio “nulla” potrebbe essere troppo per te; per EDO: non ci crederai ma il tuo è stato il commento più sensato..si..magari non sono daccordo..però OTTIMO!!!

  139. Per Gianni:sono stata molto impegnata negli altri spazi e purtroppo non ho potuto dedicare del tempo prezioso ai commenti vanhaleniani.Per Dario:mamma mia,che strano effetto che ti fa la musica di eddie van halen..:-s,ahahahah!Ormai(e non chiedermi il perchè)tutti mi chiamano “cara”,non capisco proprio.Ritornando sul pianeta Terra:Edward Van Halen è un pazzo artista dei tempi moderni che ha trasformato la chitarra elettrica in una persona urlante e piacevolmente graffiante.Oltre all’innovazione che ha portato al suo strumento,direi che l’innovazione più grande l’ha regalata proprio all’hard-rock ed al rock in genere dalla fine degli anni 70 in poi.Be dario,non sono proprio innamorata però mi garba molto la sua musica,più di qualsiasi altro chitarrista,per non parlare dell’inconfondibile sound grezzo e ROCK!

  140. gianni,ogni volta che io ho parlato su questo spazio tu mi hai risposto con il tono del patrono protettore di van halen nel migiore dei casi,nel peggiore come il papa di questo spazio,e con tanto di inquisizione.il nulla supponente di cui parlo è questo.io ho parlato sempre diretto.ho ben altro da fare che farmi insultare su nulla di concreto.salute

  141. E come si puo non garbare la musica di Van Halen, io adoro qualsiasi forma artistica se fatta con il cuore,e mio dio Edd il cuore ce lo metteva tutto! questa è la grande musica,questo è il rock! per me è un’orgasmo ascoltare questi musicisti, e a proposito: GIANNI,la mia non era una battuta, te lo assicuro, io vengo mentalmente quando ascolto musica di questo calibro e di questo spessore storico,ed è anche una bellissima sensazione.. la mia ragazza è qui,e ti saluta. Ciao

  142. per fausto: vedi fausto..non è per fare il fenomeno, io ho criticato EDDIE, ma fanmmi vedere tu..con la tua sapienza se riesci a fare lo stesso con hendrix…ti anticipo, non venirmi a dire che hendrix non è criticabile…

  143. DARIO..so bene che hai capito la mia battuta..quindi saluti anche alla tua ragazza

  144. GIANNI:Lascia perdere il povero fausto oramai vede papi e dispotismi da tutte le parti,TORNANDO A NOI:apprezzi la musica classica?se si,che compositore ti garba?Un saluto!

  145. povera mary,hai sempre bisogno di prendermi in considerazione quando io non ti considero che per risponderti gentilmente!impara a fare a meno di me coraggio.gianni tutti gli artisti hanno pregi e difetti,è umanissimo.ma i difetti di un artista in confronto a chi non è artista diventano pregi.questa è la mia idea.saluti

  146. uno di questi difetti(in realtà per un artista è pregevole)è che in alcuni assoli,a furia di cercare le frasi che aveva in testa,gli capitava di perdersi.oppure(ma ciò è fisiologico)che a furia di macinare concerti(anche due al giorno)per un paio di mesi,gli capitava di essere talmente spossato da suonare male(è una musica troppo complessa e intensa per suonarla stanco).in fondo il suo limite vero è stato quello di farsi fottere dai contratti(hendrix pragmaticamente era uno zero).saluti

  147. va bè non volevo offenderti mary;ma cerchiamo di parlare senza insulti,gli insulti mi fanno inalberare

  148. per MARY: non mi spettavo sinceramente una domanda così, si suono anche la classica..ma dammi tu delle indicazioni..io sono instintivo:a parte eddie, non ascolto(è un difetto) ma la suono…fammi sapere

  149. per fausto: tu giri sempre la frittata..ma il gusto è lo stesso..parliamo di HENDRIX, una bellissima frittata ma come tutte la frittate va mangiata subito: EDDIE si è fatto divorare, mi dispace per JIMI ma….non è uguale ; adesso basta però, non ho capito bene i suoi difetti: stanco? case discografiche?: UNO STUPIDO..

  150. Ma no fausto,offendermi?che hai detto di male?Possiamo parlare di tutto cio che vuoi educatamente in fondo io non ti ho insultato come tu non hai insultato me.Un saluto

  151. non ho capito bene gianni.no stupido no…uno che sul piano pratico era una schifezza,questo si.hendrix dai 18 fino ai 24 ha conosciuto solo strada e vagabondaggio mal pagato(e a scuola ha finito prima di iniziare).famiglia sfasciata,padre quasi assente,madre alcolista morta quando lui era bimbo.giusto una nonna indiana,e quella impartisce altra sapienza che non cavilli contrattuali.saluti

  152. Gianni io ho iniziato con la chitarra classica ed ancora adesso sono una segreta(ora non più..)appassionata del genere flamenco.Forse stiamo sbagliando a parlare dei nostri gusti personali su guitarlist,se ti puo interessare possiamo parlare di musica via e-mail.

  153. Ma scusa Fausto, se Hendrix era così un “uomo vissuto”, che quindi sapeva che non ci si doveva fidare molto degli altri, come mai ha firmato contratti?

  154. Melaz stai parlando ad una persona che ha origini puramente gitane e che quindi ha la passionalità nel sangue.Si so suonare un po di flamenco personalizzato e adattato allo stile classico.Un saluto

  155. perchè non si è uomini vissuti nel totale mel.si è uomini vissuti in certe cose e in altre molto meno,in alcune anche del tutto inetti.è la vita.

  156. Ma se non si “è vissuti” in quello che piace di più, tanto vale aspettare prima di fare cavolate… te l’ho già detto molte volte… se per te tutto quello che sta dietro la musica non è musica… allora è per quello che continui a ragionare in questo modo…

  157. fausto:…sei un poeta..sinceramente bravo, però mandami un mp3..senza pretese…magari è bellissimo..io ti ricambio: non è una gara..se vuoi io lo accetto..forse così.troviamo amicizia

  158. FAUSTO: complimenti sinceri…la redazione ti ha dedicato un bel merito, ma se il metro di giudizio è questo…allora mi metto anche io a scrivere come voglio…senza voler sminuire i tuoi commenti..anzi..bravo!!

  159. Melaz,molto molto spiritoso…ihihih,io intendevo col termine “passionale”relativo alla musica ovviamente non ad altro(e anche se fosse sono comunque affarini miei,ahahahah:-D).Un saluto(ahahahah)

  160. quando si proiettano tutte le tue forze a entrare nella musica(suonava giorno e notte la chitarra)è un pò difficile riuscire a stabilire quello che dici tu mel.(sopratutto quando sei sull’orlo della fine)attenzione, non dico che non sia un difetto…ma per essere così tranquilli da stabilire tutte le cose ci vuole una vita molto più serena.o no? si gianni,anche a mel ho detto che devo decidermi a registrare prima o poi(vorrei fare un esperimento con un lettore minidisc,tu hai un consiglio?),e prima o poi vi spedisco.un saluto. ps:sai quanto me ne fotte gianni dell’onorificenza al commento!con rispetto alla redazione ovviamente

  161. Dai Gianni!!! che fai, il geloso?! ahahaha… scherzo… però questa cosa del commento del giorno è tanto inutile quanto lo è la classifica in base al numero dei commenti, ma siccome il sito non lo faccio io… bè amen! ahahahah

  162. fausto: il to commento miha fatto veramente icazzaRE..IL MO COMPLIMENTO ERA SINCERO..CHE POI TU TE FOTTI…allora ho azzecato in pieno..umità..0000000

  163. Mary, la mia richiesta non è uno scherzo, o una accusa, o una proposta… io voglio parlare con te perchè mi sembri una ragazza che può dirmi qualcosa di più, rispetto ad altri… come parlo con Gianni, o con Fausto via mail, perchè credo siano persone con cui si può avere un dialogo serio, ti sto chiedendo se con te è possibile la stessa cosa… tutto qui 😉

  164. no gianni perchè,mi spiace davvero non era riferito al tuo complimento,era riferita a me,nel senso che per me non ha importanza.ma come hai visto ci ho messo tanto di rispetto per…alla fine della frase,forse non dovevo usare un verbo diverso,ma davvero gianni,in certi casi mi piace essere molto crudo(il senso infine in questo caso è lo stesso).un saluto

  165. Melaz…è OVVIO che anche io intendevo quello che tu intendevi.Ti è così difficile capire quando scherzo?:-D.Comunque se vuoi parlare c’è il mio indirizzo e-mail.Un saluto

  166. “se uno vuole può tutto”…bè mel,alla faccia dell’umiltà! uno vuole tutto se ha le forze per volere mel,altrimenti vuole quello che può,e nel caso hendrix mi pare che non ci possiamo proprio lamentare.altrimenti mel nessuno dovrebbe fare nulla,no la vita non è così,è fatta anche di caso,di traumi e compagnia.se tu(o chi per te)puoi tutto ti faccio i miei migliori auguri,purchè non estendi il tuo tutto al tutto che gli altri possono.buonanotte.ps:per gianni:gianni se io mi fossi lusingato per l’onorificenza al commento allora avrei mancato di umiltà.o no?

  167. se i credi mel,hai detto niente!hendrix credeva molto nella musica e sapeva riconoscere poco di altri intrighi,la vita lo ha portato a ciò,e allora?perciò non era persona umile?su siamo seri

  168. Fausto… non ho detto che Hendrix non era umile, ho detto che credere in qualcosa e cercare di fare tutto ciò che ci è concesso… questo è umile!!!!

  169. fausto…quando una persona viene premiata…di solito si ringrazia e basta..senza sbattersene o farsi i complimenti…non mi sembra un mistero

  170. io cerco di capire gianni,se mi fanno un complimento ma non mi spiegano il perchè e io me lo prendo ringraziando poi mi sento una mierda.nè lode nè biasimo gianni,mi servono critiche costruttive niente di più.mel mel…vabbè,ti chiamero l’onnicomprensivo,ricorda che anche quando si pensa di avere le idee chiare su una cosa ci sono particolari che possono sfuggire…è il caso di hendrix.ma poi non insistere su sto fatto della droga oh onnicomprensivo mel,ciò è di pessimo gusto,non sei tu che hai vissuto la vita di hendrix…ciao ciao

  171. Wow, grazie Fausto dell’onnicomprensivo… ma non è il mio caso, come ho detto nulla è sicuro, nulla è del tutto comprensibile, e quindi nulla di cui si legge è sicuro 😉 O frose sei tu che vuoi fare l’onnicomprensivo?

  172. la differenza oh onnicomprensivo è che sull’argomento hendrix-guitarhero io avanzo seri argomenti,tu sulla droga ti basi sul sentito dire.no,non ho vissuto la vita di hendrix,ma se proprio dobbiamo cadere nel gossip,io ho le interviste e le migliori biografie,tu che hai?ma guarda tu che argomenti penosi mi tocca trattare!ps:dimenticavo!anche la perdita di sonno provoca dilatazione delle pupille,ed hendrix ne perdeva eccome

  173. fausto: questa storia di jimi e la droga potrebbe fare il giro del mondo..scommetto che se ti facessi vedere hendrix con una siringa nel braccio la tua risposta sarebbe: e no era diabetico..per favore eh…se no incomincio a scrivere che van halen è astemio e non fuma..anzi è casto!

  174. Non si puo vivere la vita di qualcun altro Fuasto,neanche attraverso la sua conoscenza,figurati attraverso un libro.Se vuoi parlare di Hendrix ESISTE IL PROFILO DI HENDRIX e questo vale anche per Melaz,vi invito a parlare di HENDRIX sul PROFILO DI HENDRIX perchè qui è lo spazio di EDDIE VAN HALEN,E-D-D-I-E V-A-N H-A-L-E-N…(Speriamo che lo abbiano capito)…Un saluto

  175. Fausto belli i tuoi argomenti seri che si basano solo su quello che senti… anche il tuo è un sentito dire 😉

  176. per una volta do ragione a mery,parliamone su hendrix.poi mel,una cosa è perdere una notte o due di sonno,una cosa è dormire poco,male e sregolato;poi mettiamoci qualche droga nervosismo e tensione(qui la biografia non mente perchè sono parole dell’artista in questione!).la scienza qui parla chiaro.mel,non bisogna essere difficili per essere disgustati dal gossip,bisogna avere solo un pò di buon gusto,ma che siamo da uomini e donne di maria de filippi!ma basta via..

  177. ragazzi mi kiedo perkè sprecate tempo a fare inutili discussioni sulla droga…mica siamo agli alcolisti anonimi…va be dedicare alla droga(scrivere di essa)un po di tempo,ma mica sl di questa….hendrix è ammirato cm musicista,ke senso ha parlare dei suoi vizietti

  178. dimenticavo:sarebbe cm discutere nella pagina di freddy mercury(se ce ne fosse una)del fatto ke era omosessuale invece di elogiarlo o cmq discutere sulla sua abilità di cantante

  179. no mel,hai capito male,la scienza era riferita alla dilatazione delle pupille,e c’è poco da dirmi accademico visto che tu per prima ne hai fatto un segno unilaterale e trasparente di dose in corso(io ti ho invece sfaccettato l’argomento,quindi come vedi l’accademico sei tu).e il gossip era riferito alla droga supposta predominante.salutamu

  180. appunto mel è inutile gossip,parliamo di musica e per rispetto altrui non qui ma su hendrix.una cosa in effetti è la droga come consumo idiota una cosa è la droga come conoscenza(come nelle antiche civiltà o nelle attuali tribù “non civilizzate”(nota virgolette).parliamone si hendrix

  181. http://www.youtube.com/watch?v=YuoNxEI0C7A Questo video mi fa totalmente impazzire! il pezzo che va dal minuto 5.35″ mi regala un’emozione cosi’ piacevole ed intensa che pochi chitarristi sono riusciti finora a darmi…Anzi!!!Direi che non ho mai provato una cosi’ bella sensazione ascoltando un pezzo di chitarra! Ci tenevo a dirvelo!!! un saluto a tutti

  182. SI..Dario anche a me piace quella parte che va dal 5:35,è fantastica,è sublime,mi regala un’emozione indescrivibile.Un saluto

  183. grazie dario bellissimo..anche se il suo solo migliore è sul live 1986 dove veramente si supera

  184. è stato un pesce d’aprile vedere slash con i velvet revolver..suonare aln’t takin bout love? no era tutto vero..compreso il secondo chitarrista con una bella frankentein evh..almeno bettencourt dice chiaramente di essere stato influenzato da eddie e paul gilbert pure..e poi gli altri hanno il buon gusto di suonarla come l’originale, a corda libera al capotasto..slash che probabilmente non ha visto mai un concerto di eddie la suona come fa un comune dilettante ..cioè in centro al manico

  185. gianni,ho sentito il pezzo.perchè non la sviluppi quest’idea?per quanto mi riguarda la vedo molto feconda;quei passaggi ritmici,quei sovraincisi(sono sovraincisi no?)possono far giocare molto un solista.a proposito!con cosa è registrata? sono molto ignorante in materia.saluti

  186. Per fausto: mi fa piacere ti sia piaciuto il minipezzo ma purtroppo non proseguirò la composizione perché era un pezzo suonato per sentire il suono e siccome sapevo che ti interessava l?acustica te l?ho mandato, per registrare invece senza spendere un patrimonio, potresti acquistare un programma come magix 2007 audio studio(circa 60 euro) da installare nel tuo computer, una scheda audio esterna usb (di 100 a 200 euro) magari una Edirol (roland) e se proprio vuoi essere

  187. grazie del consiglio gianni. azz..purtroppo una sala di registrazione costa salata,qui mi hanno chiesto 25 all’ora

  188. Be Fausto,25 euro è ancor poco..qui a Milano 45 euro all’ora.Purtroppo fare musica costa e registrala ancor più.Gianni,volevo chiederti che ne pensavi riguardo al tour passato dei van halen in America.Un saluto

  189. e… mary bella domanda,ti rispondo senza farmi condizionare dal fatto che eddie è il mio preferito: l’inizio del tour è stato “drammatico” tra eddie che non ne azzeccava una, david che più che cantare parlava ed il figlio di eddie che sembrava li per caso..non è stato un grande inizio, troppo brutto per essere vero, però c’era qualche cosa che non mi tornava, infatti dopo lo stop (pare per dei problemi di salute di eddie) i van halen di aprile non sono più scandalosi, la prima cosa che ho notato è stata la camicia di eddie…na poi ho ascoltato..eddie non sbaglia più un nota, il suono è quello giusto, david canta..cosa sarà successo? lo vedremo..

  190. A me sono parsi molto forzati inizialmente,soprattutto il “ciccio”halen,in seguito sono migliorati.Be..eddie è molto gradevole,e questo dimostra la sua vera passione,la sua magnifica arte.Un saluto

  191. finalmente dopo anni anni e anni ho rivisto il vero EDDIE VAN HALEN,il concerto è al MSG…i van halen sono quasi loro, ma eddie è eddie

  192. Eddie è stato il primo chitarrista che mi ha influenzato e portato a suonare la chitarra elettrica…un pilastro del metal e del rock UN GRANDE!

  193. beh il tapping è roba sua, la chitarra metal pure. cos’altro dire?

  194. concordo perfettamente milord, solo sul fatto che eddie si mangi malmsteen sono in disaccordo anche perchè sono completamente diversi, ricordo una intervista a zakk wylde in qui gli chiedono di suonare in tutte le tecniche immaginabili, quando gli chiedono di suonare in tapping il buon zakk risponde: no no quello è eddie van halen il suo territorio.

  195. vorrei solo far notare a tutti i grandi conoscitori di chitarra su questo sito che la tecnica del tapping è stata portata agli estremi da eddie van halen (relativamente… poi c’è chi l’ha estremizzata ancora di piu) ma che è stata inventata da altri.. altri che appartengono a generazioni prima, tipo il chitarrista dei genesis

  196. lo so chris, infatti sul suo profilo ho scritto che eddie non ha inventato il tapping ma per lui bisognerebbe coniare un’altro termine..comunque bel commento

  197. Gianni Van Halen suonerà anche come nel 1978… ma il cantante chi è? ahahah

  198. ahahah si melaz..david ormai piu che cantare parla..comunque sono le prime due canzoni in scaletta..magari era freddo…(spero)

  199. Aiuto Gianni…Gianni..Gianni.Ma David Lee Roth ha effettuato il corso di riabilitazione vocale in un monastero???Dai non si puo cantare così ad un’esibizione..ahahah sembra un surikata strangolato,un lupo impiccato.Ahahahahah!Chris..si sono daccordo Van Halen l’ha perfezionata e l’ha portata ai livelli di “massimo splendore”.Anche se non l’ha inventato è stato talmente capace di perfezionarlo che in effetti ha inventato UN SUO MODO di farlo,forse è questo che molti confondono pursapendo che materialmente non l’ha plasmato.Un saluto!

  200. hahaha….mary..si è ufficiale: david lee roth ha un problemone..speravo ma poi mi sono sentito PANAMA…mamma mia..adesso telefono a eddie e mi propongo come cantante..sicuramente canto meglio io..

  201. Gianni,piuttosto che prendersi un cantante così e che ha di famoso solo il nome non potevano prendere un mezzo sconosciuto ma che sapesse cantare?Un saluto

  202. Cara mary? il tuo commento non fa una piega, però ho appena visto un dvd dei Van Halen dal vivo anno 1983? David canta come adesso? le uniche differenza sono: i capelli, l?età, e la presenza scenica; PER IL RESTO è identico? sensuale e caldo in studio, una tragedia dal vivo, nettamente inferiore al pur bistrattato Sammy, purtroppo la maggior parte dei fan è fissata con david lee roth..ma la realtà è questa, otrettuto se avessero cambiato un?altra volta cantante, sarebbe stato un suicidio commerciale, loro puntavano a riempire le arene per il momento e pare ci siano riusciti;

  203. Mah..sul dimagrire credo che sia facoltativo dato che ad un bassista non è richiesto un metro di misuar fisica.Si,purtroppo hai ragione Gianni sul fatto del riempire le arene e David Lee Roth ha quel fare che con i Van Halen coincide con la chitarra di Eddie,non so se mi spiego:sono entrambi accattivanti,soprattutto in passato in “Van Halen”.Un saluto

  204. Metro fisico? Mary, dici che ad un bassista non è richiesto un metro fisico… secondo te, invece per un cantante, un batterista, un chitarrista, un violoncellista ecc, invece è richiesto un metro fisico? 😀

  205. No,secondo me non è importante che un musicista sia magro o cicciottino: batterista,bassista,chitarrista ecc.che sia.Alla gente che soprattutto non suona uno strumento,incosciamente, attira prima il cantante perchè è più facile da “raggiungere” e usa uno strumento che si usa anche per parlare:tutti parlano e allora quel tipo di musicista pare più raggiungibile…credo sia una cosa inconscia.Il cantare è qualcosa che non necessità di uno strumento esterno dal corpo,si puo cantare ovunque,sotto la doccia,al lavoro…molta gente fa questo ragionamento che sembra un po’ pigrino ahahah.Se ci fai caso molti ragazzini che non hanno voglia di imparare a suonare uno strumento e vogliono fare figurone in una band cantano perchè credono che sia facile e brevemente raggiungibile di un approccio con la chitarra(all’inizio infatti si entra proprio in un mondo nuovo).Secondo me funziona così Melaz.Un saluto

  206. No non sono daccordo mary,almeno dal mio punto di vista, trovo inconsciamente che sia piu’ raggiungibile suonare la chitarra.. saluti

  207. Si, lo so Mary che non intendevi quello… era per scherzare un poco eheheh… cmq si, forse hai ragione che è per il fatto che il cantante non usa “strumenti esterni”, ma è anche vero che al mondo chi si avvicina alla musica, si avvicina di più alla chitarra, che a qualsiasi altro “strumento”… perfino il canto…

  208. Diciamo che Wolfgang Van Halen non è il bassista di un gruppo di provincia sconosciuto ma è il bassista dei Van Halen, in questo caso credo che un po? di immagine non guasti, rispondendo a Dario invece cito Vasco Rossi: ?un chitarrista bravo si trova ad ogni angolo di strada?; non stò alludendo ad Eddie , ma quello che scrive Melaz è vero, è quasi impossibile trovare un o una cantante rock ed è difficilissimo trovare un bassista degno di questo nome, tornando al cantante invece, di solito il primo che incide lascia il segno ed il paragone tra Lee Roth e Bonnet..ahah?ci stà alla grande

  209. Si,Dario,poi ovviamente è qualcosa che varia da inconscio ad inconscio.Io per esempio faccio parte del caso di cui tu hai parlato.Quando parlavo di più raggiungibile intendevo comunque la consapevolezza di sapere che se si vuole imparare a suonare la chitarra serve la chitarra elettrica,un amplificatore e molta passione,serve comunque un certo tipo di impegno forse diverso dal cantare sotto la doccia.Quando parlavo del raggiungibile o non lo spiegavo dal punto di vista di molte persone che comunque conosco,per esempio mio papà e mia mamma quando hanno ascoltato i van halen credevano che eddie(di cui tutti parlano)fosse il cantante,ma questo comunque è una sorta di stereotipo.Puo essere proprio una questione di inconscio,e questo per esempio vale anche per la chitarra:chitarra e voce sono diciamo gli strumenti più velocemente raggiungibili anche dall’orecchio,se proprio vogliamo parlare di onde e frequenze;quindi nella questione dell’impatto il cantante e il chitarrista sembrano i pilastri di una band,ma questo vale comunque per chi non va al di là del capire che in una band esiste chi dà un fondamento ritmico alla struttura di una canzone:il basso e la batteria.Ieri mio papà,mentre stavamo tornando dalla sala prove,mi ha chiesto:”Voglio togliermi un dubbio,ma il basso a cosa serve?” e io gli ho risposto:”Il basso serve a sostenere sia la batteria che le chitarre:aiuta a dare un senso melodico al ritmo,e molte volte l’entrata del basso crea quell’atmosfera profonda,vasta,di grandi spazi nell’immaginazione dell’ascoltatore”lui sicuramente aveva sempre sentito parlare che il basso serve che il basso è fondamentale..solo che non sapeva il perchè,mi ha detto che lui comunque quando ascolta una canzone dei guns n roses non si accorge che è entrato il basso,ma non perchè non lo sente,ma proprio perchè non lo reputa come uno strumento ma un qualcosa di più inconscio.Si Melaz,i bassisti scarseggiano,e soprattutto quelli veramente bravi,con il tiro Rock,che dovrebbe pestare duro.Un saluto a tutti!Ciao Dario e stammi bene

  210. Si, Mary, dipende in effetti verso cosa si è portati… è vero anche che, diciamo, le due “figure musicali” che si materializzano subito in alcuni ambiti della musica sono la chitarra e la voce, o forse prima l’una e poi l’altra. E’ vero anche che per suonare una chitarra ci vuole la chitarra ehehe (anche se Hendrix a quanto pare usasse anche le scope e le pediere del letto ahahahahaha), ma è anche vero che cantare sotto la doccia non è come cantare davanti ad un microfono… anche io canto sotto la doccia, o quando ascolto la musica, ma sono stonato cmq… quindi anche il canto come il suonare qualsiasi strumento richiede impegno e “l’essere portato a”… ma questo so che lo indentevi, era solo per puntualizzare un attimo. Infatti apparte questo, è vero che il canto è “più raggiungibile”, ma credo nel senso che uno è più vicino al fare, perchè non ha bisogno di attrezzarsi più di tanto… dico questo solo perchè come hai impostato il discorso tu, sembrava che cantare sia molto più facile di prendere la chitarra in mano e suonare. 😉

  211. Basta con tutti questi discorsi sul tapping, quella era solo la cigliegina sulla torta. Un suono, un approcio GLOBALE alla chitarra che non aveva eguali (tutti quei rivolti girati e rigirati, altro che powerchords), quel suono che per me è da definire IL suono hard, con l’aggiunta di quei flanger e leggeri delay…rivoluzionario, e poi grandi canzoni, nei ’70 ’80 e anche ’90(balance è stupendo), quelli sono gli ultimi grandissimi chitarristi rock!

  212. Si?quando si parla di Eddie si tende sempre ad associarlo al tapping, purtroppo Eruption ha lasciato il segno..anche se dal mio punto di vista era il suo suono incredibile a colpire, oltre a i rif di matrice blues inseriti in un nuovo hard rock(per l?epoca)?ecco..il suono di eddie?tutti parlano di flanger e leggero delay..e dico tutti perché ho letto qualche cosa su altri forum..ma in effetti non è così: a parte Ain?t talkin bout love e pochissimi altri brani dove effettivamente usa il flanger, il suono di van halen specialmente in tapping è caratterizzato dal Phaser.. ed il delay non è uno (magari) ma due..uno a nastro più un reverbero (arena) Sto parlando di Van halen uno? successivamente eddie ha inserito il chorus nel suono rendendolo piu morbido , soprattutto negli album 5150, Balance ecc.. e poi una nota personale che non ho mai letto da nessuna parte: il primo suono di van halen è creato in studio con un effetto stereo che separa la chitarra a sinistra, con l?effetto delay e la chitarra in lontananza a destra.. e quando entra David Lee Roth la sua voce si ?impossessa? dell?effetto ed avvolge tutto il brano, è stato uno dei primi a capire che così il suono cambiava completamente..negli album con Sammy invece usa piu tracce sovraincise.. il merito o la colpa è del chorus che ammorbidendo il suono non gli permette di registrare solo una o due chitarre come in passato.

  213. Caro Eddie, è da tre mesi che mi sto facendo come un pazzo, “spanish fly” si chiama,provatela.. me l’ha spacciata Mary a prezzo 0! ;-D ciao

  214. Grande gianni, complimenti, devi essere molto competente, comunque tra le mie lodi a questo grande musicista aggiungo: grande competenza riguardo la ricerca di suono, cioè modifiche continue alla strumentazione, nei vari dischi, e poi enorme e molto caratteristica presenza sul palco, dal vivo erano una bomba. Spero di vederlo un giorno.Saluti

  215. Si esatto Gianni,ma pensa che l ho scoperto quest estate che il pezzo era eseguito da eddie anche con l’acustica, bellissimo… nel live pensavo fosse una versione improvvisata di eruption, dove mi aveva lasciato letteralmente senza fiato e continua ancora a farmi lo stesso effetto.. ti diro’ fino a qualche anno fa non lo prendevo in considerazione van halen pensavo fosse il solito chitarrista iperveloce senza un briciolo di espressivita’, poi lo ho visto in azione e mi ha completamente conquistato, non è umano quando suona..ciao

  216. Ahahah,Dario adesso ho capito cosa mi dicevi l’altro giorno.Sei diventato spanish-flydipenedente?Ahah.Un saluto!

  217. si dario, Eddie nel solo live iserisce frammenti o pezzi interi del suo repertorio…inizia con 316 poi Chatedral l’inizio di Mean Streett il finale di Spanish Fly e Eruption..il tutto condito con leva ed armonici artificiali in tappig..un grande artista; Grazie per i complimenti wammy85..anche se non sono un superesperto..sono solo uno che “ama” Eddie Van Halen.

  218. si dario, Eddie nel solo live iserisce frammenti o pezzi interi del suo repertorio…inizia con 316 poi Chatedral l’inizio di Mean Streett il finale di Spanish Fly e Eruption..il tutto condito con leva ed armonici artificiali in tappig..un grande artista; Grazie per i complimenti wammy85..anche se non sono un superesperto..sono solo uno che “ama” Eddie Van Halen.

  219. Questo personaggio mi affascina sempre più cazzo! Ho appena scoperto il “trucchetto” col delay per fare chatedral, è una figata colossale, spero un giorno col mio gruppo di utilizzarlo perchè, con un minimo di conoscenza armonica, si riesce a scovare soluzioni molto interessanti, se poi penso a quanto era avanti cazz…per quegli anni…uno così ne nasce uno ogni 10 anni(sono ottimista). CIAO

  220. Semplicemente il più grande di tutti i tempi! Ancora oggi ho i brividi a sentire “Spanish Fly”. Andate su Youtube, vedete l’assolo di 12 minuti dello “US Festival 1983”, con gli amplificatori a manetta e davanti a 300.000 spettatori… SOLO LUI!

  221. Si quel live è incredibile, il modo in cui suona, il suono, com’è vestito, come si muove, io lo adoro!! ovviamente chissà come fa uno ad avere il sorriso stampato per due ore (polvere di fata…), poi lui e lee roth erano unici. Lascio un messaggio ke cerco di ricordare sempre a tutti: nn incasellate eddie van halen come “quello ke ha inventato il tapping”, fate attenzione alla fantasia che aveva nei riffs, ritmiche e nei suoni, e soprattutto alla bellezza dei pezzi che ha scritto, da vh1 a balance. Ciao

  222. Hai ragione, troppo spesso VH viene identificato con il tapping, in realtà sicuramente ha applicato per la prima volta questa tecnica alla chitarra elettrica, ma solo per arricchire la sua incredibile creatività e (forse, aggiungo io) perchè faceva molta scena…

  223. Tutti dicono che Hendrix ha rivoluzionato il modo di suonare la Chitarra per me lo è stato Eddie!lasciamo stare il Tapping che solo quello basterebbe!ma io sento uscire suoni dalla sua Chitarra mai sentiti che solo qualche emule riesce a fare,infatti tanti Chitarristi si ispirano a lui!quindi per me Hendrix ha cambiato il modo di suonare la Chitarra ma è Eddie che lo ha rivoluzionato!!poi io vado a pelle e i peli mi si drizzano di più quando ascolto Halen.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *