Robert Fripp

Strano soggetto Robert Fripp. Un virtuoso assolutamente sui generis, data la sua predilezione per la costruzione di atmosfere, di tappeti sonori assolutamente originali. Sua l?invenzione della Frippertronics, un?originale sistema di registrazione con cui, negli anni 70, ha creato delle sonorit?molto innovative. Sua l?idea di creare il primo ensable musicale composto da sole chitarre elettriche (The League of Crafty Guitarists). Sempre da ascoltare nei dischi dei King Crimson, sua creatura sin dalle origini. Interessantissimi i lavori dei Crimson a cavallo degli anni 80, in compagnia con Adrian Belew.

admin

10 Comments

  1. Che dire del maestro un autentico guru della chitarra o si ama o si odia. il primo chitarrista “elettronico” della storia in possesso di una tecnica prodigiosa e inventore della new standard tune,una accordatura di sua invenzione che gli permette di creare intricate soluzioni armoniche e ritmiche.

  2. Su Fripp, consiglio il profilo di wikipedia, si potrebbe cominciare col dire che prima ancora che chitarrista innovativo, trattasi di compositore a tutti gli effetti. Ama i quartetti di Bartok: confrontate le ritmiche, l’uso ossessivo di tempi sghembi tipo 11/8 e 5/4 nello stesso pezzo suonati contemporaneamente dai vari musicisti di cui si è circondato in questi anni. Ecco, la poliritmia, se non la sopportate, potrete avere all’inizio un po’ di problemi nella recezione, un certo senso di estraniamento. Non ne uscirete più fuori, se ingloberete il tutto. Buon ascolto: vi consiglio “The construkction of light”, non perché sia soft per cominciare ma giusto per il fatto che rende bene l’idea di quanto i suoi King Crimson viaggino già oltre il 2050

  3. I colleghi dei Crims, nelle varie formazioni, riferiscono di un chitarrista in grado di eseguire parti assurdamente difficili. Stranissime le sue scale, che mancano spesso della parte “centrale”, e assolutamente unico il suono, frutto anche all’adozione di un sustain praticamente infinito e di una distorsione notevole ma controllatissima.

  4. dopo aver ascoltato hendrix, clapton, vaughan, duane allman, page, gilmour.. e dopo aver capito che tutti i chitarristi van halen style non mi dicono nulla, ho ascoltato un disco, red, e ho incontrato un uomo, tale robert fripp, che mi ha insegnato che la chitarra elettrica ha ancora molto da dire…

  5. un genio.una figura assurda;iniziò a suonare la kitarra non avendo alcun idea del ritmo musicale..è diventato quello ke è ora…..mitico

  6. per quel poco che capisco di musica geniale. un po’ cerebrale come piace a me (x quanto mi piaccia un casino la carnalita’ di jimi).

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *