Eric Clapton

30 Marzo 2015 HAPPY 70° BIRTHDAY ALL’IMMENSO SLOWHAND!

GRAZIE GRAZIE GRAZIE!!!!!!

 

Ecco un’altra autentica leggenda della chitarra rock-blues. Detto “slowhand” per il suo virtuosismo che non si é mai basato sulla ricerca della velocità ha un30a carriera lunghissima, nella quale ha esplorato parecchi generi, a partire dai Cream, da John Mayall fino alla carriera solistica, costellata da grandi successi per almeno tre decadi. Il suo stile é veramente unico, riconoscibile quasi subito. Nonostante la predilezione per un fraseggio di ispirazione blues, Eric Clapton sa essere molto originale e molto melodico anche in contesti molto diversi dal suo. Provate ad ascoltare “the pros and cons of hitch hicking” di Roger Waters (1984) e sentirete un Clapton praticamente unico.

admin

82 Comments

  1. giacomo comprati “unplugged” e ascolta. a meno che tu non sia un tecnicissimo o un metallaro godrai come un matto della sua capacità compositiva e del suo sound. sarà lento ma riesce a tenere assieme un blues “accompagnandosi” e improvvisando senza mai ciccare ritmo o fare frasi insensate…

  2. Senza voler offendere i gusti di nessuno..penso che Clapton sia un grande chitarrista, per l’appunto ciònon significa che sia anche un grande compositore. Molte volte mi appare uguale a se stesso.Però ha ragione chi dice che l’Unplugged è quasi un capitolo a parte…molto più vicino ai miei gusti

  3. E’ un chitarrista eccezzionale è il migliore di tutto il mondo insieme a Carlos Santana sono meravigliosi

  4. eric clapton e il miglior chitarrista del mondo insieme a carlos santana e il grande jimy hendrix e non è come di ce giacomino ————

  5. Clapton è il più grande chitarrista ha modernizzato la chitarra ed è sempre stato al passo di musica moderna volevo solo ricordare a tutti che a Londra a 17 anni comparivano delle scritte sui muri: “CLAPTON IS GOD” vorrei rispondere ai commenti di Giacomo. Prima di parlare bisogna pensare prima, o quanto meno informarsi.

  6. Per me Eric Clapton è il più grande chitarrista esistente su questo pianeta..no non sono per nulla esagerato!!ha un modo di suonare schematizzato nelle pentatoniche..ed anche negli assoli ha un certo stesso modo di eseguirli,ma tali modi essendo talvolta ripetitivi hanno la magia di sembrare nuovi ogni volta..e credo che ciò sia in grado di farlo soltanto un “god” dello strumento..un chitarrista mai fine a sè stesso..ammiro tantissimi altri come santa hendrix knopfler..ma per me eric rimarrà sempre cinque spanne sopra a chiunque altro!!!

  7. Ehi scherzi Christofer…se a te piace lo speed metal,gli ipertecnicismi, è normale che non ti piaccia Eric Clapton…anche a me piace Joe Satriani, Dimebag Darrell, Kirk Hammett, anche Batio, ma Eric Clapton è davvero un punto di riferimento per il rock blues, anzi di più ! ! Nel suo genere è davvero il re ! !

  8. Il suo genere?????un grande chitarrista suona di tutto,a 360°,Clapton si sa muovere sulle pentatoniche…..e basta!!!Ma scherziamo!!Non dico che non puo’ piacere,anzi e’ molto orecchiabile,ma se lui e’ un grande chitarrista,allora Gambale,Gilbert,Vai,McAlpine,cosa sono????

  9. Clapton è grande! Le sue improvvisazioni sono vere e proprie composizioni estemporanee.

  10. Semplicemente Gambale,Vai,Mac Alpine(?che avra mai fatto di eccezionale a parte andare a 3000 all’ora..)),Satriani,Malmsteen e velocisti mitraglieri vari non hanno scritto la storia del rock..clapton si..tutta qui la differenza..in molti commenti di alcuni su sto sito vedo sempre l’associazione grande chitarrista=velocista esasperato..boh?per me un grande chitarrista è colui che crea grande musica con la chitarra,che trasmette emozioniche lascia UN SEGNO..mi spiace ma con tutto il rispetto per i chitarristi che ho citato sopra ste cose non me le trasmettono..anzi mi annoiano pure con i loro tecnicismi fini a se stessi…suonare la chitarra non è solo sweep,tapping e 800 note al secondo ma è MELODIA e musicalità non esercizi..cmq clapton è un grande..

  11. Ma che diamine vai dicendo????Gambale va ha 3000 all’ora??un velocista???mac alpine e vai mitraglieri????spero che non dici sul serio!loro non sono la storia del rock,ma della chitarra!!!!ma come fai,ad accostare quell cesso con Gambale o Vai,prova ad andare da qualche insegnante,vedi che ti risponde(se non ti ride in faccia prima).ascoltatela la musica,non parlate per sentito dire,o perche’ siete chiusi,un qualsiasi pezzo “lento” di Gambale,vale per tutti quelli di clapton.ragazzi vi ripeto,se parliamo di chi vende di piu’,vi do ragione,ma se parliamo di chitarra,clapton non e’ dell’argomento…

  12. Chitarrista poco propenso alla ricerca e alla sperimentazione, amante del blues, di cui ne è l’ambasciatore in Europa. Sviluppa un modo di suonare la chitarra (autodidatta) non basato sul virtuosismo fine a se stesso ma prediligge assolo che siano funzionali alla canzone. La sua esecuzione è pulita e con un senso del tempo molto al di sopra della media. Ispirato.

  13. Clapton is god…negli anni 60;da almeno 25 anni è un chitarrista superato a livello di “Maestria” che funziona però meglio come session-man nei pezzi degli altri.Sopravvalutato,campa per quanto fatto di originale 40 anni fa.Oggi non si può più pretendere di suonare blues con le pentatoniche,ma che i nuovi riferimenti del genere oggi siano altri,questo lo sa anche lui.

  14. Al contrario di Vai,Satriani e petrucci ke sanno solo andare a 200 all’ora lui ha scritto la storia. E uno dei piu grandi chitarristi blues mai esistiti.

  15. ciao vedo che clapton come sempre è visto come un grande chittarista…io non sono daccordo per niente anzi a volte è pure noioso se permettete! però basta con sti satriani vai e compagnia bella….gli ho visti sti personaggi ma mai più…due palle!!!

  16. non sono d’accordo con cristofer…voi metallari(sempre se lo sei) pensate che andare veloce vuol dire essere un grande chitarrista, è facile sparare scale a 3000 all’ora e non dare un senso a tutto quello che si suona, un vero musicista è colui che mi sa dare emozioni, mi fa venire i brividi, sia se va veloce o piano quando lo ascolto e Clapton me li sa dare…Inoltre devi pensare che alla sua epoca era uno dei primi che suonava in quel modo e quello era il suo stile, e niente e nessuno al mondo gliel’avrebbe cambiato.

  17. Giustissimo… un chitarrista con una grandissima espressività… una mano donata da DIO per un tocco divino sulla chitarra

  18. Volevo dire un paio di cosette agli INCOMPETENTI che vanno bofonchiando eresie sul fatto che Clapton non sia un grandissimo chitarrista. Già il solo accostarlo a nomi tipo Gambale, Vai, Satriani & C. è sinonimo di IGNORANZA, ma non chitarristica… GENERALE, direi: è come paragonare “Toccata e fuga in Re Minore” di Bach a “In-A-Gadda-Da-Vida” degli Iron Butterfly… Clapton suona una nota e dici “Oh, questo è Clapton”… Satriani ne suona 8 miliardi al secondo e dici “Ma questo chi cazzo è… Satriani, Vai, Gambale, Malmsteen…”… Ragazzi, può essere anche il figlio della portinaia del vostro palazzo che ha appena ricevuto in dono una Jim Reed da 200 ? e magari va a lezione da uno di questi velocisti pseudo-progmetal-fusionari. Consiglio: compratevi il Live della reunion dei Cream dellanno scorso, e provate a risuonare quei pezzi come lui: non ci riuscirete MAI e poi MAI!!! Long Live Slowhand!!!

  19. Ehi Bello, Lascia stare perchè se non sei un ignorante, anche tu riesci a riconoscere Joe Satriani, Steve Vai,John Petrucci, Kee Marcello, Jason Becker,Marty Friedman,Dimebag Darell,Zakk Wylde,Slash…… dalla prima nota. Quindi a questo punto sei tu l’ignorante,non NOI.

  20. Scusa Gin ma…fai sul serio o scherzi quando dici di “riconoscere (…) dalla prima nota chitarristi come Wylde,Darrell,Kee solo dalla prima nota!?!? lascio da parte gli altri da te citati perchè effettivamente quelli sono dei “guitar-human” (Vai,Satch)ma,vorrei ricordare che, “riconoscere” un chitarrista dalla primissima nota vuol dire riconoscerlo quando sta suonando una canzone a noi sconosciuta ecco..ora in virtù di ciò,e con tutto il rispetto per chitarristi come wylde,kee e darrell(pace all’anima sua..),sei ancora del tutto convinto che tali chitarristi riescano ad avere la peculiarità dei grandi immortali della chitarra(page,blackmore e tutti gli altri..)ossia,essere riconoscibili con una sola nota??non so te ma io no..e mi sa che se pensi di si..il tuo concetto di chitarrismo lo rispetto ma è alquanto curioso…

  21. se fa le stesse stupende cose da anni è pechè è da anni che è rimasto il migliore. gli ac/dc fannole canzoni cn gli stessi riff da anni, hanno avuto i loro alti e bassi, ma sono rimasti sempre i più forti dopo i led zeppelin e i deep purple.

  22. Ma la jim reed fa cagare… w i classici: fender, gibson ecc. Cioè in poche parole le chitarre elettriche italiane sono un chiavica

  23. sentite crossroads dei cream,trio formato dal grande jack bruce,e.clapton e ginger baker alla batteria.dopo lascolto provate a rifarla .grazie fatemi sapere se ci riuscite.buon divertimento.da renato

  24. Renato ascolta Under glass moon(dream theater),poi prova a rifarla….non ti preoccupare non ho fretta….

  25. se un chitarrista non ha mai inciso un disco,per me ,la mia opinione e:non puo criticare nessuno.

  26. Senza nulla togliere alla sua bravura ma personalmente non mi piace molto (ho comprato un dvd e non l’ho finito mai di guardare perchè mi annoia), e non mi sono piaciute nemmeno le sue cover di Little Wing e di Knockin’ on Heaven’s door. Come bluesman preferisco di gran lunga Stevie Ray Vaughan.

  27. E’ vero che ormai ci sono chitarristi che come preparazione se lo mangiano ma…per chiunque abbia voglia di impararare a suonare la chitarra, ascoltare un pò Eric Clapton, credo che non faccia mai male. I suoi passaggi blues, culturalmente servono…e tanto. La cosa che mi ha colpto di Clapton è quando mentre canta fa passaggi senza mai toppare, questo uno dei suoi punti forti! Cmq sono d’accordo col mio omonimo, preferisco anche io alla lunga Stevie Ray Vaughan…eeee quello si che era uno strimpellatore coi contro********

  28. scusate ma che c’entra il mignolo???serve a qlcs??nel blues poi….s poi si ha intenzione di arrivare ai livelli di vai e satriani beh lo accetto ma stiamo parlando di clapton…non serve ad un bel nnt il mignolo…o meglio nn fa la differenza…nn m pare di aver visto dopo ore e ore di jimi hendrix in dvd volare il mignolo sulla tastiera della sua fender…così mark knopfler…così cm le grandi icone del rock…quelle vere…bisogna soltanto avere un buon approccio cn lo strumento e suonare cn il cuore ragazzi nn solo cn le dita e la tecnica da metallari….cn il CUORE!!CLAPTON IS GOD OF THE BLUES…

  29. ..sapete,a londra negli anni sessanta se ti facevi un bel giro per le strade,trovavi scritto sui muri:”Clapton è Dio”

  30. Eric è un grandissimo,ho commentato in questo sito anche stevie ray vaughan,ribadisco che lui e eric sono sicuramente i migliori al mondo dopo JIMI HENDRIX,senza nulla togliere cmq ai vari Keith Richards,Jimmy Page,David Gilmour,Slash e soprattutto Chuck Berry.Io chiedo alla gente che in questo sito commenta e paragona gente come Stevie Ray,Jimi,Eric a Satriani,kirk Hammett,Vai,che a me cmq piacciono un casino,di stare zitti e risparmiare il fiato perchè sono i chitarristi blues i migliori e qui non ci sono discussioni.Andate a sentire per favore un disco di Albert KIng,B.B.king,Freddy KIng e Robert Johnson,Stevie ray vaughan,Clapton e sentite che assoli da paura che fanno.I love Blues

  31. commentare questa divinità della chitarra sarebbe un peccato…leggendaria la sua carriera nei Cream

  32. Non puoi dire che i chitarristi migliori sono quelli blues solo perchè ti piace il blues,ciccino!

  33. E’ da molti anni che seguo la carriera di Eric Clapton (quasi 20!) e grazie a lui ho imparato il linguaggio del Blues. Sono andato a ritroso a ricoprire Robert Johnson, B.B. King, Buddy Guy etc. Ogni qual volta lo sento suonare è sempre un’emozione diversa e per questo lo ringrazio di cuore.

  34. Siccome sono nuovo, ho letto solo ora i vecchi commenti su Clapton, è mi sono accorto che si fa questa distinzione tra generi… LA MUSICA E’ MUSICA!!! Non c’è nessun Heavy Metal, Blues, Pop, ecc… C’è solo Musica “BUONA” e Musica “CATTIVA”… chi ha inventato i generi musicali sono solo quelli che non sapevano (e non sanno) suonare per dire “faccio qualcosa di diverso” (anche se fa cacare:-)) – “o per dare parola a persone che non ne capiscono di musica giusto per farli discutere in forum come questo hehehehehehe” – (scherzo;-) è bello questo SITO!!!!)

  35. Clapton è un dio(ma non il dio).chi dice ke non vale niente si ascolti i cd dei cream e anche quelli della sua discografia solista,in ogni canzone c’è un assolo o un riff da paura.tutti imparano da lui.W ERIC CLAPTON

  36. Pessimo uomo..ma….musicista infinitamente e indescrivibilmente raffinato,secondo me uno dei piu grandi chitarristi di tutti i tempi

  37. Scusa Mary,giusto per curiosità,su quali basi reputi Clapton un “pessimo uomo”..?!io credo ci sarebbero un paio di motivi che umanamente ne confermerebbero l’esatto opposto..

  38. scusa riccardo 22,ma stavolta mi vedo costretto a dare ragione a mary,infatti devo ammettere ke sebbene lui sia uno dei miei idoli a cui mi ispiro nel suonare,ho letto su wikipedia notizie ke mi hanno lasciato a bocca aperta(dal mio punto di vista almeno),il fatto ke lui durante un concerto(sicuramente sarà stato fatto duro e ubriaco ma nn giustifica)abbia detto frasi razziste,so anke però ke ha partecipato al concerto di george harrison per il bangladesh del ’72.cmq musicalmente parlando un fenomeno

  39. Beh anche per me è una fonte d’ispirazione chitarristicamente parlando e genio da cui attingo influenza(insieme soltanto ad altri due miti della chitarra..!).

  40. Ma simone…ahahah,io non dissacro nessuno..sei tu forse che capisci male nonostante io faccia di tutto per spiegarmi…io non ho niente contro jimi,non l’ho mai insultato,ho solo dato la mia pura e onesta opinione,come tutti in questo spazio,giusto?come tutti hanno il diritto di scrivere cio che vogliono,purché in modo educato,così tutti hanno il diritto a ribattere esprimendo il loro disappunto.A me piace sentire cosa pensa la gente di ogni musicista,quindi mi piace lasciare commenti dappertutto; caro simone,che c’è di tanto male??forse ti da fastidio quel ch’io dico?se è così nessuno ti costringe a leggere i miei commenti…un saluto caro simone90!

  41. mary…se parli dei suoi vizi non solo dimostri pregiudizi verso gli altri,ma dimostri anke di non conoscere la musica e i suoi eroi,se syd barrett non fosse stato fatto di lsd non sarebbero probabilmente nati i pink floyd(o cmq non nella maniera in cui oggi sono conosciuti),se jimi hendrix e jim morrison non si fossero fatti probabilmente non avrebbero mai avuto il coraggio di suonare in una certa maniera o addirittuta di salire sul palco,se jim morrison non fosse stato sbronzo non avrebbe fatto certe canzoni(vedi the end).se keith richards,mick jagger e brian jones non fossero stati tossicodipententi,alcolisti forse i rolling stones non sarebbero stati loro.i vizi possono essere criticati ma non dimenticare però ke eric clapton non è stato l’unico,anzi secondo me un componenete fondamentale della musica rock è stata proprio la droga e altri vizietti

  42. riccardo 22,io non ho proprio niente contro i vizi(cm dico nel precedente commento),cmq su wikipedia c’è scritto ke in un concerto lui ha detto :”ormai l’inghilterra è un paese invaso dagli immigrati è ora ke qualcuno lo pulisca”

  43. Come avrai capito,Edo,non è precisamente a te che rispondevo riguardo i “vizi”:ma visto che davi ragione nel primo tuo messaggio allora.. 😉

  44. Edo…puoi pensare quello che vuoi ma dire che non hai nulla contro i vizi…e dire che se non ci fosse stata la droga non ci fossero stati i pink floyd mi pare un ragionamento indegno di esser nominato tale..ma io dico..secondo te la droga è giusta nella musica?dà ispirazione?aiuta a comporre canzoni?….edo,ma che dici???si,io ho pregiudizi riguardo a certe band molto stupide come i motley crue che metà degli album gli hanno venduti solo per le girls che facevano vedere nei video,questi pregiudizi influiscono anche nella mia opinione musicale su di loro…eric clapton è diverso per carità..però ha avuto veramente dei brutti viziacci che in un modo o nell’altro mi hanno dato un’idea della sua personalità.non voglio mettere in dubbio il suo genio musicale,non fraintendermi!se adesso è cambiato,buon per lui.non ho vergogna a dire che dimostro pregiudizi verso chi mi fa letteralmente vomitare,dal lato morale del termine,ma se poi ha un lato geniale e artistico come eric la parte morale volge in secondo piano!un saluto a tutti!

  45. riccardo 22,se andavi avanti a leggere c’è scritto ke in seguito alle sue affermazioni gli artisti pop di sinistra hanno iniziato la campagna “rock contro il razzismo”,quindi qualcosa c’entrerà poi…inoltre anche alcuni politici dicono contro gli immigrati,ma nn certo x salvaguardare l’identità italiana,quanto + per loro idee xenofobe.

  46. cara mary,io nn ho detto di essere favorevole alla droga(x carità),nè ke i pink floyd nn esisterebbero senza di essa(nn puoi riportare affermazioni inesatte),ho detto ke nn avrebbero fatto quel tipo di musica psichedelica ke li ha caratterizzati sin dall’inizio,ma forse nn li conosci tanto bene cm me.ad esempio prendi i primi 2 cd(a piper at the gates of dawn & a saucerful of secrets)in cui il leader era ancora syd barrett,il quale faceva massiccio uso di lsd,questi cd sono psichedelichi al 10000%00,mentre il terzo album atom heart mother in cui barrett è già stato estromesso è un cd in gran parte acustico e poco psichedelico.con questo kiudo e suggerisco agli altri che vorrebbero iniziare circa questa discussione di andare nello spazio di david gilmour,anke per rispetto di eric clapton

  47. Beh Edo,non volendoci troppo discostare dal tema “Musica”,non credo che ci siano motivi fondatamente oggettivi su ciò che dici riguardo la presunta volontà di xenofobia contro gli stranieri,mentre alcuni motivi sul mantenimento dell’identità del nostro paese(visto che parli del nostro ora..)ci sarebbero:cosa ti fà venire in mente un paese che nega l’assoluta manifestazione di una religione diversa rispetto a quella praticante in atto??(considerando che,comunque,esistono altre piccole religioni “di nicchia” presenti..)a me fà venire in mente non xenofoboia,e nemmeno trovo al suo interno motivi di “razzismo”,quanto semplicemente una volontà di mantenere intatte le proprie radici.

  48. cmq cm dice simone 90 ke gusto ci provi mary a dissacrare i “VERI” geni della chitarra

  49. Io credo che la droga influisca non poco nella creativita’ di un musicista,certo il genio ed il talento ci vogliono sempre questo è chiaro,ma alcune sostanze per certi compositori del passato hanno giocato un ruolo quasi fondamentale per il loro successo!

  50. pensavo fosse un sito in cui si parla di musica, emozioni, chitarra…nn di gossip. o di cavolate dette trenta anni fa’..

  51. premessa: eric clapton per me è una grande ispirazione che mi sta aiutando non poco ngli ultimi tempi, soprattutto nei mie studi di chitarra… detto questo mi dispiace sentire gente che critica Sua Maestà slowhand per i suoi vecchi vizi. sì vecchi vizi perchè lui, come altre grandi personalità del rock/ blues, è riuscito ad uscire dal tunnel delle droghe pesanti (cocaina ed eroina…non confondiamole con l’ lsd!) e dell’ alcol. per di più non si può non ammirare clapton per il suo impegno nell’ associazione crossroads da lui fondata, associazione che cura le tossicodipendenze e l’ alcolismo ( se mi ricordo bene…). tanto per fare un esempio del suo impegno, clapton ha messo all’ asta sia la sua mitica es- 335 (quella che usava nei cream per intenderci) sia la sua prima bleckie (spero di averla scritta giusta) e i soldi ricavati, circa 2 milioni di euro , li ha devoluti all’ associazione. non si può non ammirare per questo, chi al posto suo avrebbe venduto le sue chitarre più preziose? io no di certo…

  52. andate su you tube e guardatevi il video in cui eric suona con b.b. king the thrill is gone

  53. SE ESISTE UN CHITARRISTA CHE PUO’ INSEGNARMI QUALCHE COSA QUESTO E’: ERIC CLAPTON

  54. Pochi musicisti riescono ad esprimere le emozioni che il grande Slowhand trasmette con le sue note.

  55. è da un mese ke nessuno rende omaggio a slowhand,eric 6 un grande,w eric e w i cream

  56. Eccolo qua un grande chitarrista che trasmette emozioni come Stevie Ray Vaughan! Altro che Michael Angelo Batio. Eric è un fenomeno con il cuore

  57. Velocità non ne ha, però è l’unico che le note le azzecca proprio tutte (non ne toglieresti una). Il suo sound suono vibrato trasmette un feeling incredibile, solo Santana sapeva fare altrettanto.

  58. DIO lo perdoni!! c’è riuscito…dopo una vita di studio innamorato del blues del delta,dopo tanta disciplina per sottrarsi agli eccessi sonori del rock e carpire l’equilibrio sospeso del grande blues dei padri..c’è riuscito…****cercate****:”session for robert johnson”,in particolare per le esecuzioni di sola chitarra acustica e voce(ogni tanto usa lo slide),ma anche per quelle che fa in duo con un altro chitarrista… sono incredibili.qui eric suona con le dita e un magnifico fingerstyle e, cosa che colpisce molto,tira fuori una voce che sembra davvero un nero del delta,pur mantenendo il suo timbro personalissimo la sua voce si avventura in bellissimi falsetti,in sfumature sottili,in modulazioni varie,eppure con la purezza ed essenzialità del puro blues.anni fa in un’intervista diceva che era utopia,che non poteva nemmeno avvicinarsi a queste cose…non so cosa ne pensi adesso,ma a me sembra che sia riuscito a sfiorarli con grazia e raffinatezza immense.e altro che tecnica!!provate a cercarvi uno spartito di robert johnson e provatevi a suonarlo!ma eric è sempre stato uno che si esprime con autentica modestia,qui fa apparire tutto con una grazia priva di sforzo.io amo molto clapton dal vivo con i cream(si era guadagnato l’ammirazione di hendrix e viceversa),poi ogni tanto ha avuto delle bellissime vette con duane alman o jj cale,ma adesso!in queste cose sembra impossessato,dio lo perdoni…ci sono due clapton,quello di belle canzoni come layla,cocain e compagnia e quello che,da lunghissimo tempo studia il blues arcaico(con tremila virgolette)da quando ragazzino scoprì gente come robert johnson o skip james e lo ritenne musica immensa(e il tempo gli ha dato ragione).grazie a lui e a pochi altri molti vecchi,nella crisi blues di fine anni 60,non son crepati di fame e ora,dopo hendrix,hanno in clapton l’interprete più straordinario…che dire ascoltatelo,è commovente. ps:in questo video “session for robert johnson”,all’inizio ci sono anche alcuni pezzi eseguiti con un gruppo..molto belli,ma non penso che abbiano quell’intensità dei pezzi successivi a due chitarre o con chitarra sola..ad ogni modo molto belli,molto ma molto oltre chi fa del blues un pretesto per fare gli sguaiati.saluti

  59. Clapton ha quei passaggi con le dita che neanche Batio possiede! E’ un grande bluesman insieme a Vaughan

  60. grandissimo l’album cn i derek & the dominoes…il tocco di eric nn ce l’ha nessuno….W eric clapton e i cream

  61. grandissimo eric clapton:un kitarrista vero ke adesso si sta facendo onore…nn è mai cambiato(nel senso ke nn si è mai venduto cm hanno ftt altri colleghi)…tt la sua carriera è fantastica

  62. io sono riuscito a vederlo e sentirlo in concerto cinque volte lo rivedrei una sesta volta ,detto questo detto tutto. a voi il commento.

  63. più dei chitarristi di colore? ohè mylord se ti sente clapton mi sa che ti manda a quel paese…ad ogni modo:ha senso fare distinguo di questo tipo? oggi in ogni caso è molto più difficile suonare davvero blues

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *